Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valorizzazione dei beni storico-artistici e monumentali del territorio, anche attraverso la promozione di eventi culturali

La tesi analizza le norme in materia di beni culturali, in particolare quelle legate alla valorizzazione dei beni culturali, e successivamente descrive degli eventi culturali legati al territorio

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’Italia è uno dei Paesi che ospita nel suo territorio il maggior numero di beni culturali. Alla maggior parte di questi beni l’UNESCO ha conferito il riconoscimento di “Patrimonio dell’umanità”. Questa ricchezza di beni culturali, se sfruttata in modo razionale, può essere un elemento di forte aiuto per l’economia nazionale, e una risorsa su cui gli enti locali possono fare affidamento per creare le migliori condizioni per lo sviluppo delle comunità. Con questa tesi ho provato ad analizzare la normativa riguardante i beni culturali e il suo sviluppo negli anni e a mettere in evidenza il rapporto che regola il legame tra il territorio e il bene. Questo lavoro sviluppa prevalentemente il tema della valorizzazione del patrimonio, come è affrontato nel Codice dei beni culturali. Nel primo capitolo ho voluto approfondire l’evoluzione del concetto di valorizzazione, dai primi accenni alla sua definizione nel Codice. Ho evidenziato la divisione delle competenze tra lo Stato e gli enti locali nell’esercizio di questa funzione. Ho così analizzato quegli articoli che il Codice dedica ai principi che fanno da cornice a tale funzione, sulle opportunità di intervento dei vari soggetti che sono coinvolti e i possibili accordi stipulabili tra la pubblica amministrazione e i privati. Inoltre ho voluto trattare il tema delle forme di gestione del patrimonio culturale e i servizi aggiuntivi offerti dai gestori del beni al pubblico. Nel secondo capitolo ho osservato il rapporto tra la funzione di valorizzazione e gli eventi, come avviene l’organizzazione di manifestazioni e come la programmazione di iniziative di diversa natura porta alla conoscenza e alla fruizione dei beni, soprattutto in un contesto territoriale. Infine ho trattato le modalità di finanziamento degli enti pubblici per il settore dei beni culturali analizzando le sponsorizzazione e gli accordi tra l’amministrazione e le fondazioni bancarie. Nell’ultima parte della tesi ho voluto mettere in evidenza quanto lo sviluppo locale conta sulla valorizzazione dei beni culturali presenti nel territorio e ho riportato due casi 3   

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federica Rizzo Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4763 click dal 14/10/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.