Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Eros e civiltà: dalla teoria istintuale di Freud all'utopia marcusiana della liberazione dell'Eros

"Eros e civiltà" di Herbert Marcuse. Marcuse evidenzia le contraddizioni della civiltà moderna (repressione, lavoro alienato. ecc.) servendosi anche delle categorie freudiane e marxiste, ricercando nella valenza eversiva dell'Eros e della "dimensione estetica" le condizioni di possibilità per una completa liberazione dell'uomo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE – Herbert Marcuse I.1 Genesi ed evoluzione del pensiero di H. Marcuse Il cammino filosofico di Herbert Marcuse ha inizio nel 1922 quando consegue la laurea a Berlino con un’opera sul romanzo d’artista tedesco (Der deutsche Künstlerroman 1 ), frutto di studi che comprendevano – oltre alla filosofia – storia della letteratura tedesca, germanistica ed economia. Dopo aver provvisoriamente trovato lavoro come commerciante di libri, nel 1929 comincia a lavorare alla sua abilitazione sotto la guida di Edmund Husserl e Martin Heidegger a Friburgo. Sulle riviste socialdemocratiche “Die Gesellschaft” e “Philosophische Hefte” comincia a pubblicare i suoi primi articoli, nei quali si contraddistingue una sintesi tra marxismo e fenomenologia. Nel 1932 Marcuse presenta la sua tesi di abilitazione: Hegels Ontologie und die Theorie der Geschichtlichkeit 2 . Nello stesso anno, a causa del rapporto sempre più teso con Heidegger, che si stava avvicinando al movimento nazionalsocialista, Marcuse prenderà la decisione di lasciare Friburgo. Viene però aiutato da Husserl, che, forte anche del rapporto con l’influente Kurator dell’Università di Francoforte Karl Riezler, riesce a raccomandare Marcuse a Horkheimer. Alla fine del 1932 Marcuse approda all’Istituto per la Ricerca Sociale (Institut für Sozialforschung) di Francoforte 3 . Sotto 1 H. MARCUSE, Der deutsche Kunstlerroman, Suhrkamp, Frankfurt am Main, 1978 [Il romanzo dell'artista nella letteratura tedesca. Dallo «Sturm und Drang» a Thomas Mann, trad. it. di R. Solmi, Einaudi, Torino 1985] 2 H. MARCUSE, Hegels Ontologie und die Grundlegung einer Theorie der Geschichtlichkeit, Suhrkamp, Frankfurt-am-Main, 1932 [L'ontologia di Hegel e la fondazione di una teoria della storicità, trad. it. di E. Arnaud, La Nuova Italia, Firenze 1969]. 3 Il nucleo originario della Scuola di Francoforte si forma nel 1922 presso il celebre “Istituto per la ricerca sociale”, fondato da Felix Weil e diretto da Karl Grünberg, storico austriaco fondatore

Laurea liv.I

Facoltà: Filosofia

Autore: Francesco Macaluso Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3038 click dal 19/10/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.