Skip to content

La scala di autostima di stato di Heatherton e Polivy (1991) - Uno studio di validazione nel contesto italiano con sportivi e non sportivi

Informazioni tesi

  Autore: Diego Avon
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Corso di Laurea Interfacoltà in Scienze Motorie
  Corso: Scienze delle attività motorie e sportive
  Relatore: Andrea Bobbio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 112

Scopo principale del presente lavoro è validare e adattare al contesto italiano la scala di Heatherton e Polivy (SSES), attraverso un’indagine condotta su adulti, sportivi e non sportivi. La SSES è una misura innovativa dell’autostima di stato, in grado di cogliere variazioni del costrutto in relazione a specifici eventi ambientali. E’ composta da 20 item che misurano tre dimensioni, denominate social, appearance e performance, ognuna delle quali fa riferimento ad un ambito preciso dell’autovalutazione. Il fattore social rileva quanto una persona è preoccupata del giudizio degli altri e della sua immagine pubblica; il fattore appearance misura il grado in cui una persona è contenta e soddisfatta del proprio aspetto fisico; il fattore performance esprime quanto una persona valuti positivamente le proprie prestazioni, i risultati che ottiene e la propria capacità di portare a termine con successo le attività intraprese.
Duecentoundici partecipanti, maschi e femmine, selezionati sulla base del loro rapporto con la pratica sportiva, costituiscono i tre gruppi da noi considerati: sportivi agonisti (AG, n = 70), sportivi non agonisti (NAG, n = 70) e soggetti sedentari (SE, n = 71).
La ricerca è stata condotta per mezzo di questionari strutturati, somministrati individualmente ai partecipanti, contenenti scale di misura utili alla validazione nomologica della SSES, domande circa la motivazione verso la pratica e la non pratica sportiva, richieste di informazioni socio-anagrafiche.
L’analisi delle motivazioni ha messo in luce interessanti differenze tra i gruppi: gli agonisti sono motivati dalla passione e dalla sfida con se stessi e/o con gli altri; i non agonisti dalla ricerca del benessere e da occasioni di socializzazione; i sedentari rinunciano allo sport per mancanza di tempo o per dedicarsi ad attività ritenute più importanti.
Mediante analisi fattoriali esplorative e confermative è stata selezionata una forma della SSES costituita da 14 item, che ha mostrato di possedere soddisfacenti proprietà psicometriche. La misura di Heatherton e Polivy mostra correlazioni positive con le scale di autostima generale (Rosenberg, 1965), autoefficacia generale (Schwarzer et al., 1995), competenza di leadership (Zimmerman et al., 1991) e di desiderabilità sociale (Crowne e Marlowe, 1960).
Sono state analizzate le differenze nei punteggi dei tre fattori componenti la scala tra i tre gruppi di partecipanti. E’ stata riscontata una differenza significativa per il fattore appearance tra gli sportivi (agonisti e non agonisti) e i soggetti sedentari; questi ultimi valutano più negativamente il loro aspetto fisico e si percepiscono meno attraenti. Un’ulteriore differenza per lo stesso fattore è emersa tra gli uomini e le donne appartenenti al gruppo degli sportivi non agonisti: i primi giudicano in modo decisamente migliore il proprio aspetto fisico.
Infine, sono state condotte analisi di regressione multipla che hanno indagato l’influenza di ciascuno dei tre fattori della SSES sul punteggio di autostima generale di Rosenberg. Complessivamente, il miglior predittore è risultato essere il fattore performance. Lo stesso modello di analisi applicato distintamente nei tre gruppi (AG, NAG, SE) e per i partecipanti uomini e donne ha messo in luce alcune differenze di interesse: per i soggetti sedentari i fattori social e appearance non hanno alcuna capacità predittiva del punteggio di autostima generale di Rosenberg; il fattore appearance, d’altro canto, possiede un considerevole valore predittivo per gli sportivi agonisti e per le donne. La costruzione della propria autostima dimostra così di essere un processo dinamico e multidimensionale dipendente dallo stile di vita.
La scala di Heatherton e Polivy può fornire un’utile contributo sia per la ricerca di base che per la ricerca applicata.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Scopo del presente lavoro è validare e adattare al contesto italiano la scala di autostima di stato proposta da Heatherton e Polivy (1991), attraverso un’indagine condotta su sportivi e non sportivi. La scala (SSES) è una misura innovativa in grado di cogliere variazioni del costrutto in relazione a specifici eventi ambientali. È composta da 20 item che misurano tre dimensioni, denominate social, appearance e performance, ognuna delle quali fa riferimento ad un ambito preciso dell’autovalutazione. Il fattore social misura quanto una persona sia preoccupata del giudizio degli altri e della sua immagine pubblica; il fattore appearance misura il grado in cui una persona è contenta e soddisfatta del proprio aspetto fisico; il fattore performance misura quanto una persona valuta positivamente le proprie prestazioni, i risultati che ottiene e la propria capacità di portare a termine con successo le attività intraprese. Duecentoundici partecipanti, attentamente selezionati sulla base del loro rapporto con la pratica sportiva, costituiscono i tre gruppi da noi considerati in questo studio: sportivi agonisti, sportivi non agonisti e soggetti sedentari. La ricerca è stata condotta per mezzo di questionari strutturati, somministrati individualmente, contenenti scale di misure utili alla validazione convergente della SSES, domande circa la motivazione verso la pratica e non pratica sportiva, richieste di informazioni socio-anagrafiche e domande su abitudini, comportamenti e stili di vita. La prima parte del presente lavoro (capitolo uno) discute, a partire dall’ultimo rapporto Istat (AA. VV., 2005) le nuove tendenze della pratica sportiva in Italia, offrendo una visione generale sull’evoluzione del mondo sportivo, del rapporto popolazione-sport, e un approfondimento del trend degli ultimi anni. Segue la trattazione del concetto di autostima (capitolo due) e del suo rapporto con alcune dimensioni psicologiche indagate nella ricerca, quali senso di autoefficacia, competenza di leadership ed introversione. Il terzo capitolo affronta la relazione tra attività sportiva e autostima. Il quarto capitolo illustra le ipotesi della ricerca. Materiali e metodi impiegati costituiscono il contenuto del capitolo cinque, mentre i risultati delle analisi dei dati sono trattati nel capitolo sesto. Nel capitolo settimo, infine, vengono esposte e discusse le conclusioni generali del lavoro, con l’indicazione di approfondimento ed applicazioni per ricerche future.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

apparenza fisica
autoefficacia
autostima
autostima di stato
autostima di tratto
autostima sport
autostima sportivi
benessere
benessere sport
fitness
heatherton polivy
immagine di sè
motivazione sport
motivazioni abbandono
motivazioni alla pratica sportiva
pratica sportiva
scala autostima
sedentari autostima
self-esteem
sport
sport istat
sses
statistica pratica sportiva
statistica sport

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi