Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lotta al terrorismo internazionale negli orientamenti normativi e giurisprudenziali dell'Unione europea

La tesi si propone di studiare il percorso evolutivo seguito dall'Unione europea nella lotta al terrorismo internazionale, mostrando un approccio differenziato prima e dopo l'11 settembre 2001. Si analizzano gli atti emanati nei tempi recentissimi sull'argomento, nonchè alcune importanti sentenze della Corte di fiustizia, del Tribunale di primo grado delle CE e della Corte Cedu sulle principali problematiche che sono connesse alla lotta al terrorismo, in particolare la tutela dei diritti fondamentali.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Quando si parla di terrorismo, nella memoria delle civiltà occidentali riaffiora l’immagine apocalittica delle Twin Towers che si piegano su se stesse. Un lutto che, come l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi aveva detto, «offende l’intera comunità internazionale e richiede una lotta senza quartiere contro il terrorismo». L’11 settembre 2001 ha segnato senza dubbio una svolta epocale in quella che è ormai definita la “lotta contro il terrorismo internazionale”, mostrando con tutta evidenza la necessità che il sistema internazionale compia uno sforzo cooperativo per realizzare uno spazio di sicurezza comune. L’Europa, sebbene appaia un continente libero e aperto, non è al riparo da atti terroristici commessi dal terrorismo politico, come quello che ha colpito l’Italia, la Francia e la Germania nel corso degli Anni Settanta, e dal terrorismo indipendentista o separatista conosciuto ancora oggi in Spagna, Regno Unito, Turchia e Russia.   1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mara Deplano Contatta »

Composta da 239 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3235 click dal 23/10/2009.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.