Skip to content

Cardiopatia e relazione di coppia. Uno studio qualitativo su pazienti dell'azienda ospedaliera Fatebenefratelli e oftalmico di Milano.

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Macrì
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Vittorio Cigoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

La cardiopatia è una malattia cronica ed invalidante, che provoca inevitabilmente delle conseguenze sulla relazione di coppia e sugli equilibri faticosamente raggiunti dai partner nel corso degli anni.
La presente ricerca si è proposta l’obiettivo di indagare la qualità e la stabilità del legame di coppia, in seguito alla manifestazione della malattia, valutando l’influenza da essa esercitata su entrambi i coniugi della coppia, e sulla loro capacità di guardare al futuro con fiducia e speranza. È stato selezionato un campione costituito da 10 soggetti maschi, cardiopatici e con recidive, coniugati o con legame di coppia stabile, di età compresa tra i 48 e i 65 anni. Sono stati utilizzati tre strumenti di rilevazione: l’Intervista Clinica di Coppia sulla Generatività accompagnata dall’utilizzo di immagini pittoriche semi-proiettive, la Inclusion of Other in the Self scale (Aron & Aron, 1992) e il Couple Life Space (Gozzoli e Tamanza, 1998). Al termine, è stata condotta un’analisi qualitativa dei dati ottenuti dall’incontro con ciascuna delle dieci coppie e, in seguito, è stata compiuta un’analisi trasversale, al fine di valutare eventuali frequenze o discrepanze all’interno del campione di indagine. La ricerca ha permesso di rilevare l’esistenza di un patto di coppia fecondo tra i partner, che ha consentito alla relazione di superare indenne l’esperienza traumatica vissuta. Tuttavia, i coniugi preferiscono evitare di pensare al loro futuro, ritenuto incerto e inconoscibile, concentrandosi al contrario sul presente, cui rimangono ancorati, per paura che le difficoltà del passato possano ripresentarsi, precludendo loro la possibilità di vivere un futuro sereno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Le malattie cardiovascolari rappresentano, insieme ad altre patologie croniche, la causa principale di invalidità, sia in Italia che nel resto del mondo. La crisi, provocata da eventi così drammatici e traumatici impatta non soltanto sul malato, che subisce in prima persona l’esperienza, ma anche sulle persone che vivono accanto a lui e che, con lui, soffrono e affrontano con timore e preoccupazione la situazione presentatasi. La frequenza con cui le patologie cardiovascolari colpiscono soprattutto gli uomini è, con molta probabilità, attribuibile agli stili di vita che la maggior parte delle persone conducono: oltre ad una scarsa attenzione dedicata generalmente al proprio stato di salute, i tempi oppressivi e l’elevata responsabilità impiegata nelle attività quotidiane svolte, contribuiscono ad accrescere il rischio di sviluppare malattie cardiache. L’interesse nutrito nei confronti di tale argomento ha condotto alla stesura di un progetto di ricerca, che andasse ad indagare e valutare come un evento critico e drammatico, quale è la malattia cardiovascolare, possa influire sulla qualità della vita e della relazione di coppia in presenza di un partner cardiopatico. La scelta del campione non è stata casuale: infatti, sebbene anche le donne possano essere colpite da malattie cardiache, generalmente esse si dimostrano più inclini ad assumere comportamenti preventivi e ad adottare stili di vita maggiormente adeguati al mantenimento di un buon livello di benessere psico-fisico. Inoltre, è da sottolineare la frequenza con cui le partner di una coppia tendano a dimostrarsi più protettive e attente all’accoglimento e alla soddisfazione delle richieste e dei bisogni che provengono dall’Altro del legame: la loro capacità di assumere il ruolo di caregiver all’interno del rapporto è presumibilmente associabile al fatto che le donne manifestano una maggiore responsività nei confronti del coniuge, ma anche una vulnerabilità non trascurabile agli stati d’animo negativi e alle condizioni di stress e sconforto, che inevitabilmente accompagnano entrambi i membri della coppia durante e successivamente il lungo periodo di “presa in carico” del coniuge malato. La qualità, la stabilità e l’evoluzione della relazione di coppia rappresentano pertanto le aree principali di interesse e di ricerca, che si è posta come principale obiettivo quello di valutare come i coniugi siano in grado di affrontare, reagire e superare la criticità della situazione imprevista, riuscendo a garantire al proprio legame la serenità, l’armonia e l’equilibrio che l’impatto della malattia ha certamente alterati. La relazione è sempre soggetta a delle prove e delle revisioni che costringono i coniugi ad apportare dei cambiamenti alla loro vita di coppia in funzione delle esigenze affettive e delle situazioni ma, in presenza di una malattia cronica e destabilizzante, spesso lo sconforto e il timore del fallimento riducono le capacità dei partner di unire le risorse a loro disposizione per la gestione dell’evento e per evitare che il legame venga intaccato o indebolito. Se però la relazione dimostra di essere fondata su un sentimento profondo, sul rispetto, sulla fiducia e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cardiopatia
caregiver
coesione
coping
cronicità
difesa
evento critico
evoluzione
fattori di protezione
fattori di rischio
generatività
invalidità
meccanismi di difesa
negazione
progettualità
qualità rapporto
relazione di coppia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi