Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pianificazione territoriale e tutela ambientale

L'elaborato affronta il tema della pianificazione territoriale in rapporto con la tutela ambientale. Effettua una disamina delle principli pianificazioni di settore, quali piani di bacino,piano paesaggistico e piano dell'ente Parco.Analizza l'evoluzione della pianificazione urbanistica in tema di protezione dell'ambiente, il ruolo del P.T.C.P ed infine offre un quadro di riferimento circa le problematiche e le soluzioni in tema di rapporti tra pianificazioni di settore e tra quest'ultime e la pianificazione urbanistica, il tutto è corredato dalla giurisprudenza significativa e da note dottrinali.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo1: Introduzione Ambiente ed urbanistica La disciplina e le politiche dell’urbanistica da una parte e dell’ambiente dall’altra, hanno un comune fondamentale ambito di riferimento: il territorio. Quest’ultimo può essere preso in esame dal giurista sotto molteplici angoli visuali,basti considerare che ogni attività umana è destinata a svolgersi nel suo ambito. D’attualità risulta il confronto e l’intreccio tra le politiche dell’urbanistica e quelle della tutela dell’ambiente. L’urbanistica è stata storicamente definita quale disciplina che riguarda:”L’assetto e l’incremento edilizio dei centri abitati e lo sviluppo urbanistico e in genere del territorio”, come recita l’art. 1 della Legge urbanistica n.1150 del 1942. Nella definizione storica dell’urbanistica figurano quindi solo attività di utilizzo e valorizzazione economica (assetto e incremento edilizio e sviluppo urbanistica) del territorio. Pertanto l’urbanistica ha quindi, in origine, una portata limitata ,in quanto non supera l’edificazione, anche se “lo sviluppo urbanistico e in genere del territorio” potrebbe costituire un riferimento per una sua successiva estensione verso una considerazione più globale degli assetti e della pianificazione del territorio. Per quanto riguarda invece la tutela ambientale, essa nasce nell’ordinamento italiano in maniera innovativa: nasce come “tutela della bellezza naturale” ricondotta al valore paesaggistico di particolari beni sottoposti ad un regime di tutela che non consentiva ai proprietari di tali beni, di modificarli senza l’autorizzazione da parte di un’Autorità di tutela ( così stabiliva la legge n. 1497 del 1939).

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Danilo Ciccarelli Contatta »

Composta da 145 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4645 click dal 28/10/2009.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.