Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'impiego dei prezzi per il controllo del traffico urbano: la tariffazione della sosta

La tesi affronta il problema delle esternalità prodotte dall'attività di trasporto, con particolare attenzione al trasporto in ambito urbano analizzando gli strumenti ottimali per regolamentare il traffico e la sosta nei centri storici.
Si illustrano gli strumenti adottati da altri Paesi, Norvegia, Svezia, Hong Kong, per ridurre gli effetti dell'inquinamento ed in particolare si spiega il road pricing. Si analizza anche l'aspetto giuridico delle aree di sosta ed il Piano Urbano del Traffico, quale strumento di controllo della mobilità in ambito urbano.
Dopo aver effettuato un'analisi teorica si affronta il caso empirico della città di Alessandria analizzando le politiche comunali relative alla gestione della sosta: a pagamento attraverso il Parking voucher e parchimetri.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La gestione della viabilità nei centri urbani è un problema pressante per le grandi città. Non ne vanno però esenti le realtà minori quali Alessandria, dove il tema della viabilità e l’organizzazione della sosta sono oggetto di continui scontri politici. Si può ritenere che ottimizzare i flussi di traffico e regolamentare la sosta siano due facce della stessa medaglia. La tesi è divisa in tre parti: - Parte 1: Esternalità del trasporto e strumenti correttivi; - Parte 2: Aspetti giuridici del problema dei trasporti; - Parte 3: Il caso di Alessandria. Nella parte 1 si illustrano le esternalità prodotte dall’attività di trasporto, quali sono gli incidenti, il rumore, l’inquinamento, la congestione delle strade. Per questi costi esterni che gravano sull’intera collettività nazionale sono esposte alcune stime realizzate per l’Italia negli anni scorsi. Al fine di ridurre le esternalità sono proposti alcuni strumenti correttivi, sia di natura monetaria (prelievi fiscali) sia non monetaria (restrizioni al traffico). Tra gli strumenti correttivi per le esternalità si studiano le caratteristiche del road pricing urbano, la cui traduzione letterale è “prezzo della strada”. Questo strumento prevede il pagamento di un pedaggio per entrare in città. L’ammontare è determinato dal livello di esternalità prodotte dagli automobilisti. Su questo punto si incontrano le maggiori difficoltà nel determinare il pedaggio ottimale. Nella tesi sono esposti i risultati ottenuti laddove il road pricing è stato adottato. Si tratta di città straniere, perché in Italia nessuna città, ad oggi, ha previsto questo strumento di

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesco Cellerino Contatta »

Composta da 244 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1721 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.