Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing non convenzionale e costruzione di tribù nel web 2.0. Strategie qualitative di analisi di mercato. Caso in esame: l'Expo2015.

In seguito ai rapidi mutamenti della società, alla diffusione di massa della rete e dei nuovi media digitali e all’evolversi delle modalità di comunicazione, il marketing cambia per adeguarsi alla società post-moderna. Il mondo internet diventa non più solo canale di vendita e vetrina virtuale di prodotti e servizi, ma anche piattaforma di comunicazione partecipativa e di socializzazione che permette la produzione e la condivisione dei contenuti. Questo spinge il marketing ad utilizzare nuovi strumenti, strategie e soluzioni di comunicazione creative e mirate, in un ottica di dialogo con il cliente, di partecipazione attiva nella definizione dei prodotti/servizi. Tutto ciò ha delle ricadute sulla Ricerca di Mercato e nello specifico sulle tradizionali strategie qualitative di analisi. Per fornire un esempio di applicazione di Ricerca all'interno del Web 2.0 ho effettuato un'analisi qualitativa sul tema: “L' Expo 2015 visto dal Web 2.0”.
Con l'obiettivo di comprendere il dibattito in corso nella pizza virtuale della rete sull'evento Expo 2015, e dimostrare la proponibilità e l' applicabilità della ricerca qualitativa, in linea con i diversi strumenti messi a disposizione dalla tecnologia del Web2.0.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 MARKETING NON CONVENZIONALE E COSTRUZIONE DI TRIBU’ NEL WEB 2.0. STRATEGIE QUALITATIVE DI ANALISI DI MERCATO. PREMESSA Il mio interesse verso l'applicazione della ricerca psico-sociale si consolida in questi anni, con l'acquisizione dei metodi, degli strumenti e delle tecniche di ricerca che permettono di indagare e comprendere fenomeni sociali e di mercato, ma soprattutto con l'acquisizione della consapevolezza della mia professionalità. Tutto ciò mi ha dato la possibilità di rispondere alla curiosità e all'interesse con i quali guardo a determinati fenomeni della realtà che mi circonda. In particolare mi sono focalizzata su : - la costruzione delle tribù sociali, delle community, all'interno della piazza virtuale della Rete; “manifestazioni del nuovo sociale che sgorga impetuoso” , e sottendono un bisogno di condivisione, convivialità, e si costituiscono sovente anche intorno a una marca, un evento o a delle modalità di consumo. A tal proposito non ho potuto non far riferimento all'influenza della nuova società, definita post-moderna, sulle tradizionali logiche di marketing, e alla nascita del marketing non convenzionale. - Come si riconfigura la Ricerca di mercato in era post-moderna. In particolare, considerando l'evento Expo 2015, oggetto di ampio dibattito in questi ultimi anni, mi sono chiesta in che modo la Ricerca potesse permettere una migliore e dettagliata comprensione delle questioni, dei dibattiti e delle dinamiche tra i diversi stakeholders, che avvengono all'interno della piazza virtuale della rete , Così, ho deciso di indagare : “L'evento Expo 2015 visto dal Web 2.0”. Questo ha portato ad interrogarmi sulla necessità per la ricerca di ricalibrare continuamente i propri linguaggi se desidera attingere linfa di conoscenza da questa fonte inesauribile di dati e risorse che è il Web 2.0 con le sue applicazioni, e poter così essere in grado di analizzare e comprendere i fenomeni sia economici, sia sociali, dell'era post- moderna. Credo che le motivazioni che mi hanno indotto a scegliere i temi suddetti siano stati guidati da un personale bisogno di individuare e cogliere emozioni condivise, nuove forme di socialità e convivialità tra gli individui che oggi sembrano avere luogo, con

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Annamaria Lence Contatta »

Composta da 202 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6218 click dal 04/11/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.