Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La soggettivazione del trust nell'ambito del diritto tributario: profili problematici

L’art. 1, comma 74 della Finanziaria per il 2007 ha operato la soggettivazione del trust nell’ambito del diritto tributario, inserendolo tra i soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società, di cui all’art. 73 primo comma D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917.
A distanza di due anni da tale intervento legislativo si rendono opportune delle valutazione volte ad individuare il corretto regime fiscale applicabile al trust, focalizzate in particolare sui numerosi spunti problematici che emergono dalla normativa tributaria. Oggetto di valutazione saranno non solo le imposte sui redditi, immediatamente interessate dalla soggettivazione del trust, ma anche le imposte indirette e, tra queste, le imposte sui trasferimenti: il riconoscimento soggettivo del trust operato nell’ambito dei tributi reddituali rende difficile negare che tale soggetto possa avere rilevanza nel quadro generale del diritto tributario.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione L’art. 1, comma 74 della Finanziaria per il 2007 ha operato la soggettivazione del trust nell’ambito del diritto tributario, inserendolo tra i soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società, di cui all’art. 73 primo comma D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917. A distanza di due anni da tale intervento legislativo si rendono opportune delle valutazione volte ad individuare il corretto regime fiscale applicabile al trust, focalizzate in particolare sui numerosi spunti problematici che emergono dalla normativa tributaria: punto di partenza di questo esame sarà l’ampio dibattito dottrinale che si è sviluppato, senza comunque poter prescindere da un richiamo agli orientamenti manifestati dalla prassi e dalla giurisprudenza. Lo spettro delle valutazioni che si compiono nello svolgimento di questa tesi è ampio, toccando non solo le imposte sui redditi, immediatamente interessate dalla soggettivazione del trust, ma anche le imposte indirette e, tra queste, le imposte sui trasferimenti: il riconoscimento soggettivo del trust operato nell’ambito dei tributi reddituali rende difficile negare che tale soggetto possa avere rilevanza nel quadro generale del diritto tributario. Nella tesi viene inoltre affrontato il tema della possibile implicazione del trust in alcune norme antielusive previste dal nostro ordinamento tributario. D’altra parte lo stesso legislatore ha mostrato di conoscere il potenziale elusivo del trust, prevedendo per tale istituto le due presunzioni di residenza di cui all’art. 73 terzo comma D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lorenzo Destro Contatta »

Composta da 278 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1668 click dal 05/11/2009.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.