Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Accessione e comunione legale tra coniugi

La tesi approfondisce il tema della comunione legale tra i coniugi: in particolare il caso dell'acquisto della proprietà per accessione in relazione alla comunione legale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.1. INTRODUZIONE AL PROBLEMA. LA RIFORMA DEL 1975: UN CATTIVO ESEMPIO DI TECNICA LEGISLATIVA L’ attribuzione ai coniugi, in regime di comunione dei beni, della titolarità dell’edificio costruito da entrambi, e cioè con mezzi economici comuni, sul suolo personale di uno soltanto di essi, identifica uno degli aspetti applicativi tra i più complessi della disciplina della comunione legale al quale, dopo quasi trentacinque anni dalla riforma del diritto di famiglia, non è stata data ancora una risposta definitiva. La querelle relativa al rapporto accessione-comunione legale è attuale e preminente, come dimostrano le incessanti produzioni dottrinarie e giurisprudenziali, poiché si pone come specificazione della più ardua questione concernente la determinazione dell’ oggetto del regime patrimoniale legale e, in particolare, l’esegesi dell’ espressione “acquisti compiuti” di cui all’art. 177, comma 1, lett. a), c.c. Il problema trova origine nelle difficoltà interpretative derivanti dalla tecnica legislativa adottata dal riformatore del 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Roberta Ognibene Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1375 click dal 11/11/2009.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×