Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Black Lamb Ate Grey Falcon: La visione filo-serba di Rebecca West

Cicely Isabel Fairfield, meglio conosciuta con lo pseudonimo di Rebecca West, è stata una scrittrice inglese molto conosciuta ed influente nel panorama letterario mondiale del ventesimo secolo. Eppure poco dopo la sua morte, avvenuta nel non così lontano 1983, è completamente caduta nell'oblio, dimenticata non solo nel mondo, ma anche in patria.
Eppure il suo "magnum opus", "Black Lamb and Grey Falcon - A Journey Through Yugoslavia", risulta ancora di un'attualità disarmante, nonostante l'opera sia scritta alle soglie della seconda guerra mondiale. Un viaggio di oltre 1100 tra le meraviglie, la storia, le tradizioni e le contraddizioni di un Paese - e dei suoi popoli - che non esiste più, ma che mai come in queste pagine risulta vivido e splendente, grazie alle magnifiche descrizioni e alle brillanti nonché argute osservazioni di una donna che ha precorso i tempi, fin dalla più tenera età.

L'avvincente e complicata vita di questa scrittrice rivive nella prima parte della tesi, con un'accurata biografia che cerca di tracciarne lo spirito e la formazione, elementi fondamentali per capire il significato del suo profondo amore per la Yugoslavia e per i Serbi in particolare.
Prima dell'analisi del romanzo, è fornito anche un breve compendio storico che spazia dalle origini del Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni, fino alla creazione dello "Stato degli Slavi del Sud", nozioni indispensabili per affrontare la lettura di un lavoro mastodontico come quello di West.

Se anche solo una riga della mia tesi vi sarà in qualche modo utile, il mio lavoro sarà allora ripagato. Buona lettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Con questo lavoro ci si propone di dimostrare come la visione filo-serba di Rebecca West nella sua opera Black Lamb and Grey Falcon sia causata da specifici fattori culturali e personali, legati non solo al periodo storico in cui la scrittrice si trovò a viaggiare in Iugoslavia, ma anche alle esperienze private vissute fino a quel momento. Nel primo capitolo si è cercato di fornire un quadro quanto più dettagliato della vita e della carriera di Rebecca West, presentando tutti quegli aspetti che si sono ritenuti importanti non solo al fine della dimostrazione della nostra tesi, ma anche in virtù di una più approfondita conoscenza di un personaggio molto chiacchierato dai suoi contemporanei e che, invece, con gli anni sta cadendo sempre più nell’oblio, dopo essere tornato per un breve periodo alla ribalta, proprio a causa dell’argomento, estremamente attuale, del suo lavoro. Nel secondo capitolo è stato presentato il contesto storico in cui si svolse il viaggio della scrittrice e la conseguente stesura dell’opera, analizzando in particolare le origini, gli sviluppi ed i principali problemi affrontati dalla nazione iugoslava in quel periodo, con lo scopo di dare una visione quanto più esauriente per la comprensione delle vicende prese successivamente in esame. Nel terzo capitolo si è cercato di approfondire alcuni aspetti del rapporto che la scrittrice ha instaurato con la Iugoslavia e con i suoi abitanti, prendendo in considerazione principalmente i motivi che l'hanno portata a preferire i serbi rispetto ai croati, motivazioni che sono da ricercarsi nella sua complessa personalità e nella sua complicata esistenza. 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Fausta Margherita Morichelli Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 477 click dal 13/11/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.