Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle competenze nella responsabilità infermieristica e nella formazione continua alla luce del nuovo scenario professionale. Un caso pratico: la sentenza n.32424 della Corte di Cassazione

In questa tesi vengono delineati gli sviluppi della responsabilità professionale e parallelamente i cambiamenti che si sono verificati per la professione sanitaria infermieristica; vengono inoltre esaminati gli attuali elementi normativi che costituiscono la chiave di lettura delle nuove dimensioni della responsabilità professionale infermieristica. Gli ambiti di responsabilità descritti vengono quindi riletti alla luce del contenuto della norma giuridica, del codice deontologico e delle conoscenze che costituiscono il patrimonio della professione.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREMESSA Nuova professionalit , nuova formazione, nuova aut onomia, ma anche responsabilit nuove. La figura dell infermiere cre sce e con questa crescono i rischi professionali. Grande attenzione va posta nell approfondire i tratti della responsabilit civile e penale della professione al la luce delle nuove competenze che l infermiere ha assunto negli ultimi anni. La legislazione attuale richiede una maggior personalizzazione dell assistenza con obiettivi sempre piø mirati ai bisogni specifici degli utenti, e ci richiede da parte di tutti gli operatori sanita ri una preparazione competente ed aggiornata. La formazione infermieristica in questi ultimi 20 anni, Ł stata interessata da un rinnovamento; a partire dal 1992 si assiste all istituzione del canale formativo solo in ambito universitario e nel 1994 arriva il riconoscimento alla professione infermieristica quale attivit int ellettuale e non piø ausiliaria. A conclusione di questo iter legislativo estremamente professionalizzante, la Legge 251 del 2000 riconosce l autonomia della professione, l equipollenza del vecchio titolo di infermiere professionale e traccia un i tinerario possibile per la carriera: nasce la dirigenza infermieristica ed il servizio infermieristico indipendente. Come per le altre professioni sanitarie, anche per gli infermieri, dal 2000 si ritiene fondamentale la formazione continua: cos come in altri settori, anche in quello infermieristico la cosiddetta formazione permanent e . A una formazione indiscriminata e generica alcune questioni legislative, scientifiche, metodologiche, tecniche, riguardanti la professione rappresentano un bagaglio di base le cui lacune inducono regressioni della categoria e ripercussioni sul benessere dell utente. Un altro aspetto da non dimenticare Ł comunque la responsabilit di formarsi e di aggiornare le conoscenze, che ognuno dei professionisti e degli operatori ha verso l azienda, verso i degenti e verso se stesso. A fronte delle riflessioni appena concluse Ł comprensibile la decisione di approfondire in questo lavoro di tesi, la conoscenza e il significato del ruolo delle

Tesi di Master

Autore: Enrica Baracchini Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5710 click dal 12/11/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.