Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Shakespeare tra magia, stregoneria e folklore

La tesi è suddivisa in due parti: la prima affronta la tematica della magia, della stregoneria e del folkore nell'Europa rinascimentale e nell'Inghilterra di Enrico VIII, Elisabetta I e Giacomo I. Dopo questo excursus storico-culturale, la seconda parte è dedicata a William Shakespeare, di cui viene analizzata l'opera omnia sotto il profilo magico-esoterico-folklorico, concentrandosi in particolare sui seguenti drammi: Macbeth, Sogno di una notte di mezza estate, La Tempesta.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. La magia dotta nel Rinascimento I. Definizione e caratteristiche della magia Magia, sciamanesimo, religione: l’uomo da sempre tende all’ignoto, non sa accontentarsi della realtà materiale e tangibile ma va alla ricerca di qualcosa d’altro, qualcosa che non è toccabile con mano, ma che pervade tutto l’universo, qualcosa che possa spiegare il perché della vita, dell’amore e del dolore, del bene e del male, che possa rispondere alle domande esistenziali che da sempre assillano l’umanità. L’uomo è tale proprio perché non si ferma alla superficie ma cerca dell’altro, vuole risposte alle sue domande, per conoscere sé e gli altri, la natura ed il mondo, lo spazio ed il tempo. Per soddisfare la sua sete di conoscenza si rivolge a diversi insegnamenti: uno di questi è la religione, tanto antica da essere connaturata all’uomo. Essa è nata con lui, è nata dal suo bisogno di dare un perché alla vita ed un volto all’Amore che genera ogni cosa. Nel corso della sua storia ha assunto diverse forme: dalla religione matriarcale che venera la Dea come Madre, come espressione divina della Natura creatrice e nutrice, alla religione patriarcale, che si è rivolta ad un Padre celeste, infinitamente buono e giusto. La religione non è tuttavia l’unica espressione della ricerca umana di connettersi con il Sacro, con l’Universo e la Natura, e di capire le leggi universali che tutto regolano, e, vivendo in armonia con queste, di meglio capire la vita in tutte le sue manifestazioni. Antica quanto la religione, e strettamente legata ad essa, è la magia.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Flavia Vimercati Contatta »

Composta da 463 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9684 click dal 13/11/2009.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.