Skip to content

La frattura del moderno: il pensiero di Elia Benamozegh

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Bianchi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia contemporanea
  Relatore: Valerio Marchetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

Attraverso uno studio monografico sul pensiero del rabbino di Livorno Elia Benamozegh, si è tentato di analizzare il rapporto drammatico, ma ricco di significato, fra ebraismo e modernità.
Nella seconda metà dell’Ottocento si assiste ad una profonda crisi del religioso, causata da un razionalismo positivista estremizzante, che conduce a forme di religiosità soggettive e relativizzate. Nel corso del diciannovesimo secolo è persistente questa sensazione di allontanamento dello spirito dinamico della Legge; preoccupazione presente anche nell’opera benamozeghiana.
Nella mia tesi Elia Benamozegh è stato inserito all’interno di questa problematica di natura ebraica. Secondo il rabbino, la parola fissata nello scritto deve essere accompagnata dalla tradizione, che offre la possibilità di conservare efficacemente lo spirito originario, il nucleo di verità.
Il rabbino di Livorno identifica l’autentica tradizione del giudaismo con la qabbalah, considerata la parte filosofico-teologica dell’ebraismo, mentre la Mishnah ed il Talmud ne costituiscono la tradizione pratica e rituale.
Recupera la teosofia zohariana ed il mito lurianico per sostenere che la tradizione orale (Torah she-be-‘al peh) precede ed accompagna la Torah scritta (Torah she-bikhtav). In questo modo la Torah orale approfondisce, amplia, spiega ed applica il dettaglio della Torah scritta. La tradizione ha così il compito di proiettare in un eterno presente il senso della rivelazione sinaitica, attualizzandolo.
La Torah orale, espressa dalla qabbalah, oltre ad avere il fine, tutto interno all’ebraismo, di riaffermare la dinamicità e la vivacità della religione ebraica, si affaccia all’esterno e diventa indispensabile nel rapporto con le altre due religioni monoteistiche, l’islam ed il cristianesimo.
Entrambe figlie del mosaismo ed avendo un’origine cabbalistica, solo facendo ritorno alla dottrina originaria, rappresentata dalle sette leggi noachide ed abbandonando le loro degenerazioni, avrebbero avuto la possibilità di riformarsi.
Lo studio della summa benamozeghiana ha reso possibile un’analisi storico-culturale del rapporto fra ebraismo e risorgimento italiano. Benamozegh, potendo essere considerato un rabbino risorgimentale, dichiarava l’importanza del risorgimento e della successiva unificazione dello stato italiano per la religione ebraica, dal momento che le offriva la possibilità di mostrare il suo compito tra le nazioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Di Prometeo trattano quattro leggende: Secondo la prima egli fu inchiodato al Caucaso, perché aveva tradito gli dei a vantaggio degli uomini, e gli dei mandavano aquile a divorargli il fegato sempre ricrescente. La seconda vuole che Prometeo, per il dolore procuratogli dai colpi di becco, si sia addossato sempre più alla roccia fino a diventare con essa una cosa sola. La terza asserisce che nei millenni il suo tradimento fu dimenticato; tutti dimenticarono: gli dei, le aquile, egli stesso. Secondo la quarta ci si stancò di lui che non aveva più motivo di essere. Gli dei si stancarono, la ferita – stanca – si chiuse. Rimase l’inspiegabile montagna rocciosa. – La leggenda tenta di spiegare l’inspiegabile. Siccome proviene da un fondo di verità, deve terminare nell’inspiegabile. Franz Kafka, Prometheus, 1918. I Il titolo della tesi è significativo, perché vuole rendere esplicito lo scopo della dissertazione: prendere in considerazione il rapporto drammatico e ricco di significato fra ebraismo e modernità. La parabola kafkiana Prometheus chiarisce in modo chiaro il problema dell’ingresso dell’ebraismo sulla via tracciata dalla modernità. In gioco è il rapporto tra scrittura ed oralità. L’idea centrale tra la seconda metà dell’ottocento e la prima metà del novecento, nella società europea, è quella di “mancanza”: la presenza della voce è necessaria per comprendere correttamente la scrittura. Dal momento che è evidente come una tale forma di testimonianza sia persa per sempre, ne consegue che il significato della scrittura non sarà mai raggiungibile. In questo periodo storico si assiste ad una profonda crisi del religioso, causata da un razionalismo positivista estremizzante, che conduce a forme di religiosità soggettive e relativizzate. Il vero rapporto, che mette in discussione la stessa esistenza dell’ebraismo, è quello fra tradizione e modernità. Nel corso del diciannovesimo secolo ed all’inizio del ventesimo prevale questo sentimento angosciante e drammatico di lacerazione. È persistente questa sensazione di allontanamento dello spirito dinamico della Legge,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benamozegh
carlo michelstaedter
ebraismo
elia benamozegh
franz kafka
israel zangwill
italia
livorno
modernità
qabbalah
risorgimento
storia contemporanea
tradizione
universalismo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi