Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di reporting nel controllo di gestione: il caso Bosch Rexroth

Ai nostri giorni il mondo nel quale operano le imprese si muove sempre più velocemente, determinando la riduzione del ciclo di vita dei prodotti, la diffusione di nuove tecnologie e di nuovi sistemi di produzione orientati alla ricerca della qualità e alla soddisfazione del consumatore. La crescente complessità aziendale ed una maggiore libertà concorrenziale, richiedono l’adozione di tecniche e strumenti di controllo di gestione più adatti all’attuale realtà aziendale.
Uno degli strumenti che svolge un ruolo fondamentale per assolvere al suddetto scopo è il sistema di reporting.
All’interno del sistema amministrativo contabile il reporting si colloca nell’area della rappresentazione e comunicazione periodica dei risultati:
i diversi dati sono oggetto di successive elaborazioni per fornire sintesi economico finanziarie destinate a soddisfare le esigenze informative degli interlocutori interni ed esterni all’azienda.
Le informazioni così elaborate sono comunicate ai vari destinatari mediante un insieme di prospetti, tempestivi e sintetici in grado di assicurare al management l’attendibilità dei risultati raggiunti, che prendono il nome di report.
Il reporting è perciò un insieme strutturato di rendiconti periodici di controllo messi a disposizione dei manager ai vari livelli della struttura, per informarli sull’andamento della gestione sia corrente che strategica.

Come verrà spiegato più avanti, le finalità del reporting possono essere di due tipi, tra di loro collegate:
- valutare le performance dei manager, rispecchiandone le responsabilità (reporting valutativo);
- informare i manager sugli andamenti della gestione e sul suo allineamento a piani e programmi prestabiliti ai fini delle decisioni e delle azioni (reporting informativo).

Il presente lavoro di tesi si concentra proprio su quest’ultimo aspetto focalizzando l’attenzione sull’importanza dell’implementazione di un valido sistema di reporting informativo ed esponendo il caso di Bosch Rexroth Oil Control s.p.a., società italiana del settore oleodinamico controllata dal gruppo Bosch, presso la quale ho effettuato un’ esperienza lavorativa semestrale, che utilizza da ormai 5 anni un sistema particolare di reporting informatvo agli headquarters in Germania.
Il lavoro si articola su 5 capitoli:
- il primo introduce il concetto di controllo di gestione, analizzandone l’evoluzione, gli strumenti, gli attori;
- il secondo si occupa di fornire un inquadratura del sistema di reporting all’interno del sistema azienda;
- nel terzo viene dapprima presentato il gruppo Bosch, per poi passare ad esaminare nel dettaglio Bosch Rexroth Oil Control s.p.a.;
- il quarto capitolo contiene l’analisi di bilancio della società in questione, con bilancio, riclassificazioni, indici;
- l’ultimo capitolo , dopo aver fornito un overview sul budget, si focalizza sull’analisi del sistema di reporting Bosch Rexroth Oil Control, evidenziando da cosa è composto e quali siano i flussi informativi che segue.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE  Ai nostri giorni il mondo nel quale operano le imprese si muove sempre più velocemente, determinando la riduzione del ciclo di vita dei prodotti, la diffusione di nuove tecnologie e di nuovi sistemi di produzione orientati alla ricerca della qualità e alla soddisfazione del consumatore. La crescente complessità aziendale ed una maggiore libertà concorrenziale, richiedono l’adozione di tecniche e strumenti di controllo di gestione più adatti all’attuale realtà aziendale. Uno degli strumenti che svolge un ruolo fondamentale per assolvere al suddetto scopo è il sistema di reporting. All’interno del sistema amministrativo contabile il reporting si colloca nell’area della rappresentazione e comunicazione periodica dei risultati: i diversi dati sono oggetto di successive elaborazioni per fornire sintesi economico finanziarie destinate a soddisfare le esigenze informative degli interlocutori interni ed esterni all’azienda. Le informazioni così elaborate sono comunicate ai vari destinatari mediante un insieme di prospetti, tempestivi e sintetici in grado di assicurare al management l’attendibilità dei risultati raggiunti, che prendono il nome di report. Il reporting è perciò un insieme strutturato di rendiconti periodici di controllo messi a disposizione dei manager ai vari livelli della struttura, per informarli sull’andamento della gestione sia corrente che strategica. Come verrà spiegato più avanti, le finalità del reporting possono essere di due tipi, tra di loro collegate: - valutare le performance dei manager, rispecchiandone le responsabilità (reporting valutativo); - informare i manager sugli andamenti della gestione e sul suo allineamento a piani e programmi prestabiliti ai fini delle decisioni e delle azioni (reporting informativo). Il presente lavoro di tesi si concentra proprio su quest’ultimo aspetto focalizzando l’attenzione sull’importanza dell’implementazione di un valido sistema di reporting

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Filippetti Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4210 click dal 26/11/2009.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.