Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il “Pacto para la integración de la nueva ciudadanía” ne l’Hospitalet de Llobregat: costruzione discorsiva del ruolo della donna e delle ragioni della migrazione


Questa tesi si inserisce in un progetto di ricerca a cui ho partecipato in qualità di tirocinante presso l’Universitat de Barcelona nel periodo compreso tra ottobre 2008 e maggio 2009. L’indagine, che al momento della stesura della tesi è ancora in fase di svolgimento, è realizzata da Limes, Espai per a la recerca acció, gruppo di ricerca sociale composto da ricercatori di diversa formazione: psicologia sociale e di comunità, femminismo e politiche pubbliche. La ricerca è effettuata ne l’Hospitalet de Llobregat, secondo comune di Catalunya per numero di abitanti e caratterizzato da tre aspetti vincolati tra loro: la continuità geografica con Barcelona, la notevole densità demografica e il significativo insediamento di persone provenienti dall’estero.
La ricerca ha origine dal Pacto para la integración de la nueva ciudadania en la ciudad de l’Hospitalet, un accordo istituzionale che prevedeva la collaborazione tra il governo locale della città e la società civile relativamente ad una serie di temi collegati al fenomeno migratorio. La finalità della ricerca è la formulazione di diagnostiche e indicazioni da avanzare all’Àrea de Promoció Econòmica, organo di governo comunale coinvolto nell’iniziativa, che possano favorire l’inclusione e l’inserimento socio-lavorativo dei cittadini stranieri, i quali rappresentano un quarto della popolazione totale de l’Hospitalet. La logica che sta alla base dell’investigazione è raggiungere lo scopo prefissato attraverso un processo partecipativo che coinvolga orizzontalmente istituzioni pubbliche, migranti, operatrici e operatori sociali che si rapportano quotidianamente con questo collettivo a cui la legge spagnola nega l’accesso agli spazi di potere e decisione.
La tesi intende analizzare il fenomeno migratorio ne l’Hospitalet dalla prospettiva degli operatori sociali. La scelta di spostare il focus della ricerca dai migranti alle istanze istituzionali, lavorative, accademiche e del mondo dell’associazionismo, è motivata dal fatto che la realtà migratoria si rivela un processo strutturato e multidimensionale, pertanto crediamo sia necessario adottare un modello di studio analitico che eviti astratte generalizzazioni, ma che si focalizzi preferibilmente su specifici aspetti che la realtà migratoria manifesta.
In tal senso questo lavoro si occupa di due questioni precise: le cause e le ragioni che hanno determinato la migrazione e il ruolo che assume la donna nel processo migratorio. Nostro interesse sarà analizzare i repertori discorsivi forniti dagli operatori sociali in relazione a questi temi e inoltre verificare se una certa pratica lavorativa veicola una particolare percezione delle suddette espressioni del fenomeno migratorio.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Questa tesi si inserisce in un progetto di ricerca a cui ho partecipato in qualità di tirocinante presso l‟Universitat de Barcelona nel periodo compreso tra ottobre 2008 e maggio 2009. L‟indagine, che al momento della stesura della tesi è ancora in fase di svolgimento, è realizzata da Limes, Espai per a la recerca acció, gruppo di ricerca sociale composto da ricercatori di diversa formazione: psicologia sociale e di comunità, femminismo e politiche pubbliche. La ricerca è effettuata ne l‟Hospitalet de Llobregat, secondo comune di Catalunya per numero di abitanti e caratterizzato da tre aspetti vincolati tra loro: la continuità geografica con Barcelona, la notevole densità demografica e il significativo insediamento di persone provenienti dall‟estero. La ricerca ha origine dal Pacto para la integración de la nueva ciudadania en la ciudad de l’Hospitalet, un accordo istituzionale che prevedeva la collaborazione tra il governo locale della città e la società civile relativamente ad una serie di temi collegati al fenomeno migratorio. La finalità della ricerca è la formulazione di diagnostiche e indicazioni da avanzare all‟Àrea de Promoció Econòmica, organo di governo comunale coinvolto nell‟iniziativa, che possano favorire l‟inclusione e l‟inserimento socio-lavorativo dei cittadini stranieri, i quali rappresentano un quarto della popolazione totale de l‟Hospitalet. La logica che sta alla base dell‟investigazione è raggiungere lo scopo prefissato attraverso un processo partecipativo che coinvolga orizzontalmente istituzioni pubbliche, migranti, operatrici e operatori sociali che si rapportano quotidianamente con questo collettivo a cui la legge spagnola nega l‟accesso agli spazi di potere e decisione.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Stefano Fabris Contatta »

Composta da 153 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 255 click dal 20/11/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.