Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo delle investor relations nel processo di quotazione

Le investor relations rappresentano quell’insieme di attività strategiche e di comunicazione economico-finanziaria che le società quotate, o che intendono quotarsi, dovrebbero realizzare per fornire al target degli investitori attuali o potenziali tutte le informazioni necessarie per una corretta valutazione dell’investimento nei titoli dell’impresa stessa o del suo gruppo di appartenenza. Tuttavia, in Italia, le attività di Investor Relations sono ancora in fase di sviluppo e limitati sono gli strumenti a disposizione di chi se ne occupa, considerando che sono poche le società dotate di un vero e proprio ufficio di Investor Relations, visto che l’obbligo di questa figura professionale è richiesto solo per alcuni segmenti di Borsa Italiana.
La tesi di fondo del presente lavoro è, dunque, analizzare la rilevanza dell’Investor Relator in fase di IPO e le scelte sottostanti l’utilizzo dei principali strumenti di comunicazione volontaria da parte di dieci società entrate in Borsa negli anni 2006-2007, che identificano specifici fabbisogni informativi ma anche diverse strategie di investimento per effettuare una pianificazione mirata sui diversi canali di comunicazione e raggiungere differenti tipologie di investitori.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Dagli anni Novanta anche il sistema industriale italiano è divenuto sensibile ai temi del valore e si è diffusa l’idea che il suo processo di creazione deve essere accompagnato da un parallelo processo di comunicazione aziendale, orientato alla costruzione di rapporti di fiducia e collaborazione con gli interlocutori d’impresa. In altri termini, ogni società che intenda svolgere un ruolo attivo nel proprio ambiente, costruendosi una credibilità strategica, non può esimersi dallo sviluppare una politica di comunicazione anche economico-finanziaria, che coinvolge anche il processo di quotazione. Le investor relations rappresentano quell’insieme di attività strategiche e di comunicazione economico-finanziaria che le imprese quotate, o che intendono quotarsi, dovrebbero realizzare per fornire al target degli investitori attuali o potenziali tutte le informazioni necessarie per una valutazione dell’investimento nei titoli dell’impresa stessa o del suo gruppo di appartenenza. Tuttavia, le attività di Investor Relations sono ancora in fase di sviluppo e scarsi sono gli strumenti a disposizione di chi se ne occupa, considerando che sono, purtroppo, poche le società dotate di un vero e proprio ufficio di Investor Relations, visto che l’obbligo di questa figura professionale è richiesto solo per alcuni segmenti di Borsa Italiana. La tesi di fondo del presente lavoro è, dunque, analizzare la rilevanza dell’Investor Relator in fase di IPO e le scelte sottostanti l’utilizzo dei principali strumenti di comunicazione volontaria, che riflettono obbiettivi e strategie comunicative ben precise. La comunicazione economico-finanziaria, infatti, è considerata ancora oggi da molte imprese come un mero obbligo legislativo, gravante soprattutto sulle imprese quotate in Borsa. Per questo motivo, dopo aver descritto le tipologie di sollecitazione all’investimento, si distinguono i diversi tipi informativa, obbligatoria e volontaria, che l’impresa deve produrre nel rispetto dei vincoli legislativi.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della comunicazione e dell'economia

Autore: Chiara Benericetti Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2383 click dal 24/11/2009.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.