Skip to content

La donna nel mondo del lavoro: l'imprenditoria femminile

Informazioni tesi

  Autore: Elena Burri
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Giornalismo
  Relatore: Serena Cubico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

La scelta del presente lavoro nasce dalla volontà di indagare quella che potrebbe essere definita “la questione lavorativa della donna”. Anche se potrebbe apparire strano, addirittura anacronistico che ancora oggi, nel 2009, anche in paesi industrializzati e in società avanzate e strutturate come la nostra, si debba ancora parlare in questi termini, in realtà i numeri e i dati relativi a questo tema testimoniano di sì. Si è voluto quindi cercare di approfondire alcuni temi legati all'ingresso della donna nel mondo del lavoro, fenomeno che da cinquant'anni a questa parte ha conosciuto un costante incremento, soffermandosi in particolare nell'analisi di un caso particolare: l'imprenditoria femminile. Quest'ambito lavorativo rappresenta infatti una sorta di sfida per la donna, da sempre impegnata nella conciliazione tra ambito personale e professionale. La scelta imprenditoriale potrebbe quindi apparire quanto mai coraggiosa se intrapresa da una donna, proprio perché è la donna il soggetto sulle cui spalle grava la gestione del nucleo familiare con il suo consistente carico costituito dal “lavoro di cura”. Quello che questo lavoro si propone di fare è cercare di sondare le potenzialità di un'impresa “in rosa”, ritenuta un elemento economico e sociale molto interessante e dalle grandi qualità, in grado di rappresentare un importante valore aggiunto per l'economia di ogni Paese. Perché si possa realizzare questa condizione, sono necessarie tuttavia alcune condizioni senza le quali le donne non possono essere libere di realizzare la propria strada imprenditoriale nel migliore dei modi. Proprio perché la donna è il perno del nucleo fondante la società, ossia la famiglia, non si può prescindere dalla realizzazione di una struttura socio - culturale che la possa sostenere e coadiuvare nella sua realizzazione professionale. Il presente lavoro si propone di individuare i punti critici che ancora ostano al raggiungimento di una effettiva possibilità, da parte delle donne, di avviare e mantenere con successo delle attività imprenditoriali, cercando poi di comprendere quali possano essere le metodologie di risoluzione di questi problemi, e le forme di aiuto e sostegno auspicabili per il futuro. Si cercherà inoltre di capire se si possa e se sia corretto di parlare di imprenditoria femminile contrapponendola a quella maschile, se e quali siano, cioè, i tratti distintivi della stessa. Il lavoro si propone di delineare un quadro della situazione attuale dell'imprenditoria femminile a livello nazionale, regionale e cittadino. Verranno analizzati dati inerenti la presenza femminile in questo settore nel tentativo di delineare un quadro aggiornato e inserito nell'attuale contesto socio economico.
Il lavoro è suddiviso in tre parti: la prima si propone di tracciare un quadro di riferimento di quella che è la situazione della donna nel mondo del lavoro, partendo dagli anni Sessanta ad oggi, soffermandosi sull'emergere di nuove questioni che questo importante ingresso ha, inevitabilmente, determinato.
La seconda parte affronta il tema specifico dell'imprenditoria femminile, il contesto in cui questa oggi si sviluppa, i numeri del fenomeno, le caratteristiche e la situazione a livello nazionale e locale. In particolare il livello locale verrà approfondito grazie ad una ricerca effettuata tramite intervista semistrutturata a cinque imprenditrici veronesi.
Infine la terza parte si occupa dei sostegni normativi a favore dell'imprenditoria femminile, ne analizza gli effetti e ne evidenzia le criticità.
Un ultimo accenno è infine riservato ad alcune “buone pratiche” attuate per l'imprenditoria “rosa” a livello europeo che paiono particolarmente interessanti per i risultati raggiunti o per le finalità con cui sono state ideate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La scelta del presente lavoro nasce dalla volontà di indagare quella che potrebbe essere definita “la questione lavorativa della donna”. Anche se potrebbe apparire strano, addirittura anacronistico che ancora oggi, nel 2009, anche in paesi industrializzati e in società avanzate e strutturate come la nostra, si debba ancora parlare in questi termini, in realtà i numeri e i dati relativi a questo tema testimoniano di sì. Si è voluto quindi cercare di approfondire alcuni temi legati all'ingresso della donna nel mondo del lavoro, fenomeno che da cinquant'anni a questa parte ha conosciuto un costante incremento, soffermandosi in particolare nell'analisi di un caso particolare: l'imprenditoria femminile. Quest'ambito lavorativo rappresenta infatti una sorta di sfida per la donna, da sempre impegnata nella conciliazione tra ambito personale e professionale. La scelta imprenditoriale potrebbe quindi apparire quanto mai coraggiosa se intrapresa da una donna, proprio perché è la donna il soggetto sulle cui spalle grava la gestione del nucleo familiare con il suo consistente carico costituito dal “lavoro di cura”. Quello che questo lavoro si propone di fare è cercare di sondare le potenzialità di un'impresa “in rosa”, ritenuta un elemento economico e sociale molto interessante e dalle grandi qualità, in grado di rappresentare un importante valore aggiunto per l'economia di ogni Paese. Perché si possa realizzare questa condizione, sono necessarie tuttavia alcune condizioni senza le quali le donne non possono essere libere di realizzare la propria strada imprenditoriale nel migliore dei modi. Proprio perché la donna è il perno del nucleo fondante la società, ossia la famiglia, non si può prescindere dalla realizzazione di una struttura socio - culturale che la possa sostenere e coadiuvare nella sua realizzazione professionale. Il presente lavoro si propone di individuare i punti critici che ancora ostano al raggiungimento di una effettiva possibilità, da parte delle donne, di avviare e mantenere con successo delle attività imprenditoriali, cercando poi di comprendere quali possano essere le metodologie di risoluzione di questi problemi, e le forme di aiuto e sostegno auspicabili per il futuro. Si cercherà inoltre di capire se si possa e se sia corretto di parlare di imprenditoria femminile contrapponendola a quella maschile, se e 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diversity management
donna e lavoro
donna imprenditrice
gender gap
imprenditoria femminile
imprenditorialità femminile
imprenditrici
impresa in rosa
lavoro di genere
lavoro femminile
parità
segregazione orizzontale
segregazione verticale
womenomics

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi