Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione online: conversazioni e relazioni

tesi triennale sulla comunicazione online e le relazioni che si possono instaurare sui social media. La tesi è divisa in 2 parti. nella prima si prendono in rassegna i cambiamenti a livello utente delle nuove applicazioni web 2.0
nella seconda parte vengono descritti gli strumenti e le tecniche che devono assumere le aziende per migliorare la qualità e la quantità delle relazioni con il proprio pubblico attraverso i new media

Mostra/Nascondi contenuto.
    Dalla nascita dell’orientamento al marketing; non si parla più dell’arte di vendere, ma di sollecitare la domanda attraverso diversi meccanismi. Uno di questi meccanismi nasce dalla consapevolezza del fatto che stabilire e mantenere una reciproca comprensione tra un'organizzazione e il suo pubblico diventa un rilevante fattore strategico. Come ha scritto Jeremy Rifkin nel 2005 “Il reale valore nel terzo millennio delle aziende e dei manager che le dirigono, non sarà il fatturato che essi producono, bensì il numero e la qualità delle relazioni da essi instaurati con i propri target interlocutori e di riferimento interni ed esterni”. Ciò avviene perché il nuovo consumatore è maturo ed esigente e richiede un vero rapporto interattivo con l’azienda. Di conseguenza, le aziende dovranno adattarsi ai bisogni del consumatore, ponendolo come protagonista nei mercati, soddisfacendo le sue esigenze per rendersi competitive in un rovesciamento delle logiche di produzione e consumo. È la realtà delle “conversazioni dal basso” che entra in risonanza con le forme comunicative aziendali creando un feedback permanente capace di creare una relazione e un aggiustamento continuo tra domanda e offerta. All'interno di questa trasformazione troviamo diversi assi di sviluppo che diventano centrali per costruire “conversazioni” come strumenti di comunicazione, come forme capaci di costruire grandi narrazioni in tempo reale, di creare consenso e dissenso nei confronti dei prodotti. Uno di questi è il sistematico impiego di Internet a sostegno dei processi aziendali che rappresenta un rilevante elemento propulsore dell'applicazione di un approccio relazionale che, di fatto, costituisce un vantaggio competitivo in termini di valore e fedeltà. Questa tesi è incentrata sul valore delle relazioni che le aziende possono tornare ad avere con i propri clienti grazie alla comunicazione online sui nuovi media. Il valore della relazione in termini di conversazione con le persone viene interpretato come asset fondamentale per conseguire un vantaggio competitivo e a massimizzare gli utili di lungo periodo. Si analizza l’evoluzione mediatica chiamata Web 2.0 dal punto di vista degli utenti come punto di partenza chiarificatore delle nuove realtà user centred del mercato. Il secondo paragrafo descrive la struttura dei nuovi media di conversazione, piattaforme che permettono processi di comunicazione democratici e la creazione di dinamiche sociali sfruttabili dalle aziende che vengono descritte nel terzo paragrafo sottoforma di condivisione e influenza. La seconda parte analizza le strategie d’ingresso delle aziende nella dimensione online delle conversazioni tra gli utenti, ingresso che non può prescindere

Laurea liv.I

Facoltà: Relazioni pubbliche e pubblicità

Autore: Sergio Ramera Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1804 click dal 03/12/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.