Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ipotesi di riconversione ecocompatibile dell'agricoltura intensiva su zone confinanti la riserva naturale "Palata Menasciutto" posta all'interno del parco fluviale del Serio

L'obiettivo di questa tesi è la progettazione di una fascia di rispetto nei dintorni di una riserva naturale in cui riconvertire l'agricoltura biologica ivi presente in agricoltura a minor impatto ambientale, e perciò ecocompatibile.
L'area è stata georeferenziata indicando uso del suolo, fitosociologia, descrizione meteoclimatica, qualità delle acque (analisi chimico-fisiche, IBE e fauna ittica delle stazioni a monte e a valle), esondabilità, idrogeologia e classificazione dei suoli. Sono stati inoltre proposti dei questionari agli agricoltori per valutare le pratiche agricole utilizzate ed il livello di gradimento del progetto.
Fondamentale è stato l'utilizzo di un metodo di analisi della qualità biologica dei suoli (QBS) che si è dimostrato adatto a valutare in tempi inferiori rispetto ad altri parametri chimico-fisici (quali ad esempio contenuto in sostanza organica o stabilità degli aggregati) l'incidenza delle pratiche agricole adottate sugli agroecosistemi in esame. Tale metodo valuta la biodiversità del popolamento di microartropodi edafici e la sua applicazione è ora in pieno sviluppo su scala nazionale.
Vengono poi analizzate da un punto di vista scientifico tutte le pratiche agricole alternative all'agricoltura convenzionale e la loro convenienza economica. In particolare viene infine analizzato l'impatto della maiscoltura su fertilità del suolo, lavorazione, utilizzo e persistenza di prodotti fitosanitari, irrigazione, rotazione e consociazione.
Su queste basi è proposta una valutazione di impatto ambientale (VIA) delle pratiche adottate in maiscoltura utilizzando una matrice di Leopold.
Viene quindi delineata la fascia di rispetto (buffer stripe) e le ipotesi di riconversione ipotizzando due diversi scenari di sviluppo sostenibile preceduti da una fase di screening, indicando i tempi, le modalità e le possibilità di finanziamento della fase di riconversione dell'area in esame.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa L'obiettivo di questa tesi è di delimitare una fascia di rispetto (buffer stripe) nei dintorni di una riserva naturale posta all'interno di un'area vincolata a Parco e delineare le ipotesi per una riconversione ecocompatibile dell'agricoltura presente all'interno di tale fascia. Al fine di delimitare la fascia di rispetto, è stato necessario individuare l'area d'indagine ed i fattori critici che ne compromettono la naturalità, quindi caratterizzare il grado di inquinamento di tale area e cercare di indagarne le cause. Parallelamente a questa ricerca, al fine di delineare le ipotesi di riconversione più adatte, è stato necessario inizialmente individuare un metodo di analisi per valutare l'impatto ambientale prodotto dall'agricoltura sugli ecosistemi circostanti. In seguito si è adottato tale metodo per valutare l'impatto ambientale perpetrato dagli agroecosistemi presenti nella fascia di rispetto nei confronti dell'ecosistema della riserva naturale. Infine è stato necessario individuare delle pratiche agronomiche alternative a quelle utilizzate, nel caso queste non fossero ecocompatibili. Occorreva a questo punto individuare un metodo analitico che fosse sensibile alle variazioni prodotte sull'agroecosistema da un'agricoltura ecocompatibile. Tale metodo doveva poter essere applicato all'area in esame ed avere un basso rapporto costi/benefici. 20 mesi di sperimentazioni hanno individuato la soluzione migliore in un metodo diagnostico innovativo che utilizza i microartropodi edafici come bioindicatori della qualità biologica del suolo. E' un metodo che deve forse essere affinato, ma è probabilmente l'unico che permette di valutare le differenze nella qualità dei suoli presenti nella fascia di rispetto in tempi pedologicamente brevi, come quelli necessari alla riconversione ecocompatibile dell'agricoltura. Inoltre è

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Lorenzo D'avino Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2576 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.