Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La legittimazione processuale dei privati nel sistema di risoluzione delle controversie dell'Organizzazione mondiale del commercio

Il problema principale affrontato in questa tesi è quello della partecipazione degli attori privati nel sistema di risoluzione delle controversie dell'Organizzazione mondiale del commercio.
Oggi, le relazioni che intrattengono gli Stati si moltiplicano e si diversificano,
le domande di cooperazione aumentano considerevolmente. Parallelamente, attori non statali, imprese, ONG, soggetti privati si dedicano sempre di più ad attività
transfrontaliere. La questione è cercare di capire entro quali limiti l’OMC soddisfa queste nuove esigenze della società civile e se il sistema di risoluzione delle controversie è in grado di regolare nuove dispute in cui soggetti non sono più solo gli Stati. In passato la sfera del commercio internazionale era dominata da attori interstatali ma oggi il commercio è fatto dai “commercianti” che non sono più solamente gli Stati ma soprattutto gli operatori economici privati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione: L’idea di istituire un’Organizzazione internazionale del commercio si sviluppa a partire dal 1944 con la Conferenza di Bretton Woods, dove furono affrontati i problemi economici internazionali dell’epoca. Si avvertì, fin da allora, l’esigenza di dare ai rapporti economici internazionali una disciplina tendenzialmente completa, basata su organismi internazionali deputati a governare gli aspetti finanziari, monetari e commerciali. In realtà l'iniziativa, conclusasi con l'adozione del GATT 1 , era stata presa dal Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite che si proponeva, inizialmente, di realizzare un progetto ben più ambizioso: l'istituzione dell'International Trade Organization come organizzazione permanente che regolasse il commercio mondiale, da affiancare a quelle nate dalla Conferenza di Bretton Woods ovvero Banca mondiale e Fondo Monetario Internazionale. L'accordo relativo all'ITO fu effettivamente raggiunto nell'ambito della Conferenza sul commercio e l'occupazione delle Nazioni Unite, tenutasi a l'Avana tra il 21 novembre 1947 ed il 24 marzo del 1948, con l'adozione dello statuto dell'ITO (noto come Carta dell'Avana), ma fu bloccato dal Senato statunitense (la bocciatura dell'accordo da parte americana fu dovuta, probabilmente, al timore che                                                             1 General Agreement on Tariffs and Trade      4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Ornella Leone Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 349 click dal 26/11/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.