Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La raccolta differenziata dei rifiuti: un'indagine qualitativa

Questo lavoro affronta attraverso due capitoli, il tema della raccolta differenziata dei rifiuti domestici, un tema molto attuale e delicato che negli ultimi anni ha ricevuto molta attenzione nel nostro paese soprattutto a causa dei vari disagi che si sono verificati in molte zone del sud, come Napoli e zone limitrofe.
Nel primo capitolo viene riportata una rassegna sugli studi precedenti effettuati sulla raccolta differenziata; studi effettuati in particolar modo negli Stati Uniti. Vengono poi trattate le strategie d’indagine volte a modificare il comportamento dei cittadini nei confronti del riciclaggio, prendendo in considerazioni sia variabili di tipo personale che situazionale. Inoltre sono stati approfonditi sia il tema dell’apprendimento sociale che quello delle motivazioni che spingono i cittadini al riciclaggio.
Un aspetto che è stato fino ad ora trattato in maniera ridotta riguarda invece la difficoltà che le persone incontrano, nel praticare la raccolta differenziata e le modalità per alleviarle. In questo tema, ad esempio, mancano, in primo luogo strumenti di misura adeguati.
Nel secondo capitolo viene riportata un indagine preliminare, volta a mettere a punto uno strumento per la rilevazione del grado d’informazione individuale, sul modo corretto di smaltire i rifiuti domestici.
Lo studio qui riportato consiste in un indagine preliminare, volta a verificare il funzionamento di una prima versione di tale strumento.
In particolar modo con questa ricerca si è cercato di:
1. Verificare il grado di comprensione degli item e delle domande del questionario considerato, nonché l’adeguatezza delle modalità di presentazione e di risposta previste.
2. Rilevare quanto la problematica della raccolta differenziata sia percepita dal campione, le motivazioni che spingono i soggetti ad effettuarla e le problematiche maggiori che ne derivano. Nonché il livello d’informazione dei soggetti su questo argomento e le correlazioni con età, sesso, titolo di studio.

Mostra/Nascondi contenuto.
  4 INTRODUZIONE Questo lavoro affronta attraverso due capitoli, il tema della raccolta differenziata dei rifiuti domestici, un tema molto attuale e delicato che negli ultimi anni ha ricevuto molta attenzione nel nostro paese soprattutto a causa dei vari disagi che si sono verificati in molte zone del sud, come Napoli e zone limitrofe. Nel primo capitolo viene riportata una rassegna sugli studi precedenti effettuati sulla raccolta differenziata; studi effettuati in particolar modo negli Stati Uniti. Vengono poi trattate le strategie d’indagine volte a modificare il comportamento dei cittadini nei confronti del riciclaggio, prendendo in considerazioni sia variabili di tipo personale che situazionale. Inoltre sono stati approfonditi sia il tema dell’apprendimento sociale che quello delle motivazioni che spingono i cittadini al riciclaggio. Un aspetto che è stato fino ad ora trattato in maniera ridotta riguarda invece la difficoltà che le persone incontrano, nel praticare la raccolta differenziata e le modalità per alleviarle. In questo tema, ad esempio, mancano, in primo luogo strumenti di misura adeguati. Nel secondo capitolo viene riportata un indagine preliminare, volta a mettere a punto uno strumento per la rilevazione del grado d’informazione individuale, sul modo corretto di smaltire i rifiuti domestici. Lo studio qui riportato consiste in un indagine preliminare, volta a verificare il funzionamento di una prima versione di tale strumento.

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Marianna De Simone Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1444 click dal 13/01/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.