Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'influenza del lavoro a turni sulla vita dell'uomo: una ricerca tra i macchinisti ferrovieri

In che modo i turni influenzano la vita dell'uomo?
Scopo di questa ricerca è fotografare l'influenza del lavoro a turni sui macchinisti ferrovieri.
Vengono prese in considerazione tre livelli:
- Biologico (alterazioni ciclo sonno - veglia),
- Sanitario (disturbi gastrointestinali, dolori muscolari, varie patologie)
- Affettivo (modifica rete relazionale, alterazioni rapporti sociali)

Mostra/Nascondi contenuto.
15 INTRODUZIONE L’interrogativo che sta alla base di questa ricerca “In che modo i turni influenzano la vita dell’uomo?” nasce a marzo 2008 ossia quando ho iniziato a lavorare su turni in un’Impresa Ferroviaria del Gruppo Trenitalia. La letteratura sull’argomento è quanto mai vasta, dalla medicina alla psicologia, e molto diffusi sono anche gli studi sperimentali, ma ad essere fondamentali per il mio lavoro sono due ricerche particolari: Sonno e lavoro a turni, indagine tra i macchinisti delle Ferrovie dello Stato (Strambi, 2000) e Ricerche sullo stato di salute dei macchinisti svizzeri(Casarin, 2004). Oggi il lavoro a turni interessa circa il 25% dei lavoratori, percentuale tuttavia in costante aumento. Esso, può influenzare negativamente la vita dell’uomo sotto vari aspetti: o Biologico: alterazione dei ritmi circadiani, l’uomo dorme mediamente dalle undici di sera ad almeno le sette del mattino. Lavorare su turni altera questi ritmi costringendo le persone a periodi di veglia nelle ore deputate al sonno. o Relazionale: il lavoro a turni altera non solo i ritmi biologici della vita dell’uomo ma anche quelli sociali. La maggior parte delle persone dorme la notte e sta sveglia durante il giorno, lavora in settimana e riposa nei fine settimana. Il lavoratore turnista non segue questo schema: il lavoro notturno e il lavoro festivo portano ad alterare le consuete relazioni socio- famigliari. o Sanitario: il lavoro a turni porta a un deterioramento dello stato di salute con disturbi di varia origine. Tic nervosi, tremori, cefalee, dolori muscolari e disturbi gastrointestinali sono alcuni

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Roberta Bottaro Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1213 click dal 14/12/2009.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.