Skip to content

Digital Bridges. Approcci alla risoluzione del divario digitale e il progetto ''Liberi Segnali dal Deserto''

Informazioni tesi

  Autore: Mariana Guida
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Alberto Marinelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 390

Pierre Lévy ipotizza che, con l’avvento delle nuove tecnologie della comunicazione, si sia venuto a creare un nuovo spazio antropologico, una “intelligenza collettiva”, in cui tutti i saperi della società vengono condivisi per farne beneficiare l’intera comunità.
Attualmente, tuttavia, questa conoscenza non è poi così collettiva. Mentre la Rivoluzione Digitale ha ampliato gli orizzonti della vita umana, la grande maggioranza degli abitanti del globo resta esclusa da questo fenomeno, accentuando, così, un divario tra un "Nord" e un "Sud" del mondo che ha radici ben più profonde, noto come Digital Divide.
Questo lavoro, in primo luogo, si propone di illustrare gli approcci alla problematica, descrivere gli strumenti tecnologici che possono contribuire alla risoluzione del divario digitale, analizzare gli interventi volti a favorire e diffondere l’accesso alle nuove tecnologie nei paesi meno sviluppati, per constatare che non è sufficiente fornire gli strumenti tecnologici più avanzati alle popolazioni del sud del mondo per risolvere una problematica così complessa: è una questione culturale, prima ancora che economica e tecnologica.
Per offrire una chiara evidenza di questa complessità e dell’importanza della dimensione culturale contestuale, è stata condotta una ricerca volta a indagare l’esperienza, i risultati e gli sviluppi più attuali dei laboratori informatici installati in due località tunisine nell’ambito del Progetto Tunisia 2003, e ulteriormente potenziati a distanza di due anni nel corso del successivo progetto “Liberi segnali dal deserto”.
I risultati della ricerca e il riscontro dei responsabili coinvolti nel progetto, rivelano l’imprescindibile importanza del contesto e della localizzazione nella pianificazione di questo tipo di interventi. Il contesto locale è un punto cardine che deve o dovrebbe guidare ogni progetto volto alla diffusione delle tecnologie e dell’alfabetizzazione informatica nei paesi del sud del mondo, partendo dalla cultura locale; analizzandone i valori, i comportamenti, le esigenze; cercando in essi la ragione e lo stimolo alla formazione e all’impiego delle ICTs - più che nel puro e spurio tentativo di apprendimento di competenze e attività "occidentaleggianti”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione INTRODUZIONE Nelle prime analisi effettuate tra la fine degli anni Ottanta e gli inizi degli anni Novanta, l’Information Technology fu spesso celebrata come la soluzione per creare un nuovo mondo capace di offrire opportunità illimitate a tutti, libero da discriminazioni socioculturali basate sulla razza, il genere, l’età e l’appartenenza geografica. Tuttavia con il progressivo sviluppo, diffusione, penetrazione delle tecnologie della comunicazione e informazione (ICTs) è emersa una disparità di accesso e utilizzo sempre più profonda, rivelando come l’accesso alla tecnologia sia limitato da circostanze specifiche e non possa essere considerato automatico o universalmente possibile. Il tema del Digital Divide è diventato, così, oggetto privilegiato di recenti dibattiti su Internet, la computer technology, l’accesso ai sistemi di informazione, e i progetti di ICT per lo sviluppo, introducendo un punto di vista critico. L’obiettivo di questo lavoro è descrivere il fenomeno del divario digitale, con particolare riferimento al divario tra paesi del Nord e del Sud del mondo1, adottando un approccio complesso e 1 Con l’espressione “Nord” e “Sud” del mondo non intendiamo riferirci a una dimensione geografica reale, identificando dunque l’area settentrionale del mondo con un maggior sviluppo, rispetto all’area meridionale. Come evidenzieremo nel corso del lavoro, il livello di sviluppo tecnologico ed economico globale è fortemente differenziato all’interno di singoli continenti, nazioni, località, e la sua distribuzione è, piuttosto, “a macchie di leopardo”. In particolare illustreremo la situazione di rapida e notevole crescita economica di paesi emergenti, quali l’India, la Cina, il Brasil, la Russia, geograficamente collocati in aree

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

censura internet
digital divide
diritti umani
divario digitale
documentario collaborativo
enabling technologies
freedom house
ict for development project
information have nots
information poor
informatizzazione
kerchaou
liberi segnali dal deserto
localizzazione
media lab asia
open source
technological gap
tecnologie ad hoc
telecentri
terzo mondo
trashware
tunisia
wireless
world summit on information society

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi