Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'enforcement in materia di abusi di mercato. Una prospettiva comparata

Obiettivo di questo lavoro è presentare, in una prospettiva comparata, i sistemi di enforcement in materia di abusi di mercato di tre Paesi europei (Regno Unito, Fran-cia e Italia), per poi analizzare le decisioni effettivamente assunte, caso per caso, dalle singole autorità di vigilanza al fine di assicurare il rispetto della normativa vi-gente in materia.
Si procederà, innanzitutto, presentando quelle che sono le caratteristiche generali della normativa comunitaria sugli abusi di mercato, dalla quale derivano appunto le singole discipline nazionali. Si effettuerà quindi un approfondimento sull’attività di recepimento delle disposizioni comunitarie ad opera dei legislatori nazionali, così da evidenziare punti di contatto e divergenze fra gli ordinamenti nazionali.
Si proseguirà quindi con la descrizione dei sistemi di enforcement dei singoli Paesi considerati: tale analisi, dopo una breve illustrazione del procedimento d’indagine e dell’attività decisoria di ciascuna autorità di vigilanza, si concentrerà, in particolar modo, sull’apparato sanzionatorio a disposizione del supervisore. Va precisato sin da ora che si svolgerà una disamina del sistema di enforcement generalmente utiliz-zato da ciascuna autorità di vigilanza al fine di rilevare e sanzionare qualsiasi tipo di illecito, precisando, di volta in volta, come lo stesso sistema risulti essere “decli-nato” in riferimento agli episodi di abuso di mercato.
Punto di arrivo di questa analisi è, come detto, lo studio dei provvedimenti sanzio-natori concretamente applicati dalle singole autorità di vigilanza. Verrà quindi pre-sentata, per ogni Paese, l’attività di enforcement effettivamente svolta negli ultimi anni dal supervisore nazionale, per poi concludere, appunto, con l’esposizione delle singole vicende che hanno condotto all’applicazione delle sanzioni previste per le fattispecie di abuso di mercato. Da ultimo, i risultati di questa analisi case by case verranno rielaborati al fine di ricavare diverse indicazioni utili a delineare sia quelle che sono le “tendenze generali” caratterizzanti gli episodi di abuso di mercato, sia quelli che sono i tratti comuni e le divergenze che descrivono l’attività sanzionato-ria posta in essere dalle autorità di vigilanza dei tre Paesi esaminati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Obiettivo di questo lavoro Ł presentare, in una prospettiva comparata, i sistemi di enforcement in materia di abusi di mercato di tre Paesi europei (Regno Unito, Fran- cia e Italia), per poi analizzare le decisioni effettivamente assunte, caso per caso, dalle singole autorit di vigilanza al fine di assi curare il rispetto della normativa vi- gente in materia. Proprio tenendo conto di tale finalit , nel Capitol o I si proceder , innanzitutto, pre- sentando quelle che sono le caratteristiche generali della normativa comunitaria su- gli abusi di mercato, dalla quale derivano le singole discipline nazionali. Si effettue- r inoltre un approfondimento sull attivit di rece pimento delle disposizioni comu- nitarie ad opera dei legislatori nazionali, cos da evidenziare punti di contatto e di- vergenze fra i diversi ordinamenti. Si proseguir (Capitolo II) con la descrizione dei sistemi di enforcement dei singoli Paesi considerati: tale analisi, dopo una breve illustrazione del procedimento d indagine e dell attivit decisoria di ciascuna au torit di vigilanza, si concentrer , in particolar modo, sull apparato sanzionatorio a disposizione del supervisore. Va precisato sin da ora che si svolger una disamina d el sistema di enforcement gene- ralmente utilizzato da ciascuna autorit al fine di rilevare e sanzionare qualsiasi tipo di illecito, precisando, di volta in volta, come lo stesso sistema risulti essere decli- nato in riferimento agli episodi di abuso di merca to. Punto di arrivo di questa analisi Ł, come detto, lo studio dei provvedimenti sanzio- natori adottati dalle singole autorit di vigilanza , a cui Ł interamente dedicato il Ca- pitolo III. Verr perci presentata, per ogni Paese , l attivit di enforcement effetti- vamente svolta negli ultimi anni dal supervisore nazionale, per poi passare all esposizione delle singole vicende che hanno condotto all applicazione delle san- zioni previste per le fattispecie di abuso di mercato. Nel corso del Capitolo IV i risultati di questa analisi case by case verranno quindi rielaborati, al fine di ricavare diverse indicazioni utili a delineare sia quelle che so- no le tendenze generali caratterizzanti gli episo di di abuso di mercato, sia quelli che sono i tratti comuni e le divergenze che descrivono l attivit sanzionatoria posta in essere dalle autorit di vigilanza dei tre Paesi esaminati.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Mattia Suardi Contatta »

Composta da 233 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1155 click dal 14/12/2009.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.