Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione delle vendite nel settore dell'arredamento con Internet

Il settore dell'arredamento ha le caratteristiche tipiche del sistema produttivo italiano: piccole imprese, magari familiari, basso numero di addetti, grande frammentazione della distribuzione, etc.; l'avvento di Internet sta modificando tuttavia la struttura del sistema competitivo del mobile.
Questo lavoro analizza, in primo luogo, il sistema del mobile in Italia; una seconda parte del lavoro tratta le caratteristiche tecniche di Internet e del commercio elettronico. e successivamente si esegue un'analisi dettagliata del mercato del mobile via Internet negli Stati Uniti, tema centrale della tesi.
Su questa base si formulano dei possibili scenari futuri di sviluppo del mercato dell'arredamento in Italia e nel mondo.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il settore del mobile in Italia è caratterizzato dalla prevalenza di piccole imprese, sia a livello di produzione che di distribuzione; le esportazioni hanno un’incidenza rilevante sul totale della produzione, nonostante la crisi internazionale; la creatività delle imprese e la qualità dei prodotti consentono alle imprese di avere una leadership mondiale. La capacità di progettare e di arredare è una dote che sul piano mondiale solo l’Italia può offrire in modo completo. Nonostante una manodopera più costosa che altrove, un mercato difficile ed estremamente frammentato, dove le nicchie sono numerose e si produce per piccoli lotti, il sistema dei distretti ha continuato a rappresentare un’arma vincente, guidato dalle cinque realtà più significative (Lombardia, Triveneto, Toscana, Marche e Puglia-Basilicata). La flessibilità, l’integrazione e la specializzazione delle Pmi del legno e dell’arredamento sono migliorate, favorite anche da una filiera produttiva in cui le economie di scala sono meno pressanti che in altri settori e dove il processo di concentrazione procede a ritmo ridotto. Questi fattori di processo, integrati a una sfrenata competitività di mercato, hanno spinto le aziende italiane a innovare continuamente i loro prodotti. In questo contesto si inserisce il ruolo del design, sviluppato con investimenti e proposte nettamente superiori a quelle dei produttori di altri Paesi. Da un lato il design senza distretti non avrebbe la vivacità che lo caratterizza, ma dall’altro i distretti senza design non potrebbero offrire quel valore aggiunto che nel sistema Paese permette ancora al made in Italy di essere vincente sul mercato italiano e internazionale. Oggi, tuttavia, lo sviluppo della globalizzazione richiede alle aziende italiane uno sforzo per crescere nelle dimensioni e per migliorare l’organizzazione aziendale, dalla progettazione dei prodotti all’assistenza post-vendita. La diffusione di Internet coinvolge ormai tutti i comparti dell’economia. Il settore dell’arredamento non può certo restare estraneo a questa novità; Internet è in

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimiliano Bianchi Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6039 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 30 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.