Skip to content

L'arte ''disco-grafica'' degli anni '70

Informazioni tesi

  Autore: Emanuele Sgrilletti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Studi Storico-Artistici
  Relatore: Jolanda Nigro Covre
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 114

È ormai riconosciuto il valore del disco come bene culturale, oggetto di tutela e di valorizzazione, di studio e di ricerca, al pari del libro e del film, oltre che come elemento tra i più emblematici della cultura industriale del XX secolo. Dopo le pionieristiche esperienze fonografiche tra la fine dell’800 e il primo decennio del ’900, espressioni tipiche della cultura della macchina, la successiva produzione del disco fu il risultato dell’interazione di conoscenze tecnico-scientifiche e di attenzioni estetiche: sia nella confezione dei supporti (etichette, contenitori) sia nella progettazione delle macchine per la riproduzione del suono. Il cilindro prima, i dischi poi, ma anche i nastri e i successivi supporti fino ai CD, rinviano ad una interrelazione di funzioni e di competenze. In questo senso la storia del disco si connette, come detto in precedenza, a quella della tecnologia applicata (le macchine per l’incisione e la riproduzione del suono), della scienza (soprattutto chimica e fisica), dell’economia (internazionalizzazione della produzione e del commercio), della sociologia e del costume, fino a quella dell’arte e del design che, dapprima in sordina, entrano poi a pieno titolo nella catena per la confezione del prodotto ‘disco’.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Il Novecento, ormai è un luogo comune, è passato alla storia come il cd. “secolo breve”, delimitato dallo scoppio della I Guerra Mondiale (1914) e dalla caduta del Muro di Berlino (1989). Settantacinque anni di un secolo, il XX, gravido di immani tragedie a livello globale, è vero, ma anche, e soprattutto per le generazioni successive al secondo dopoguerra, testimone di una serie di cambiamenti che hanno rivoluzionato per sempre la vita dei cittadini della civiltà occidentale. In prima istanza, per quanto forse banale e perciò mai tenuto in sufficiente considerazione, il fenomeno dell’assenza di conflitti tra le nazioni europee negli ultimi sessantacinque anni ha sicuramente contribuito a preparare il terreno, sia allo sviluppo sempre più accelerato delle vecchie e poi delle nuove tecnologie, sia all’esponenziale accrescimento di quella che veniva e viene ancora indicata come “società di massa”. Secondariamente, in stretta relazione con il punto precedente, i contatti sempre più ravvicinati a livello economico tra Stati Uniti ed Europa prima, e tra i futuri membri dell’Unione Europea poi, hanno consentito un interscambio di cognizioni, esperienze e modalità produttive come mai si era verificato in precedenza. Ed è proprio grazie a questo aspetto che l’arte, sempre più inserita in un circuito di referenza commerciale, viene ad assumere dei connotati che sono tipici del Novecento: la «riproducibilità tecnica», la strettissima connessione col mondo della tecnologia, la possibilità di fruizione da parte di un pubblico sempre più vasto, disomogeneo e magari culturalmente impreparato. Paradigmatica ad esempio è la vicenda della musica. Se ad inizio secolo era ancora possibile, tra i musicisti occidentali, scorgere riflessi di una concezione del proprio essere artisti di stampo romantico-decadentista, con il compositore al centro di un mondo ispirato totalmente dal proprio operare, col trascorrere dei decenni la concezione si andrà orientando verso quella di un artigiano rinchiuso nel proprio laboratorio creativo in cui

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cover
dean
disco
grafica
hipgnosis
musica
pink floyd
poster
progressive
psichedelia
yes

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi