Skip to content

Gli sport acquatici e la salute mentale

Informazioni tesi

  Autore: Elga Maria Grazia Schembri
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Pedagogia
  Corso: scienze pedagogiche
  Relatore: Vincenzo Rapisarda
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65


L’idea di parlare di sport e salute mentale nasce dal desiderio di riflettere sul nesso inscindibile che c’è tra corpo e psiche.
Mens sana in corpore sano. Questa massima di Giovenale testimonia che gli antichi avevano già compreso l’importanza della salute e della forma fisica per l’equilibrio psichico dell’uomo.
Ancora oggi, sebbene da più parti venga affermata l’importanza che il corpo assume nella costruzione della nostra identità, resiste quell’antico pregiudizio che si ritrova anche nella concezione tradizionale di scuola, soprattutto in Italia, dove alle dichiarazioni di principio, che proclamano l’importanza dell’attività sportiva, non corrisponde lo stesso impegno nell’organizzazione delle attività didattiche.
Per recuperare l’integrità del nostro essere uomini occorre affermare la pari importanza di tutte le attività e i mezzi d'espressione umani. Tra questi mezzi c’è lo sport.
Il lavoro svolto dalla candidata intende offrire qualche spunto di riflessione sulla valenza formativa e sull’importanza dello sport per la salute fisica e mentale. Per formazione si è voluto intendere quella che si svolge lungo tutto l’arco della vita, non limitandosi solo all’età evolutiva. Essendo lo sport un’importante risorsa per chi si occupa di formazione è necessario che la pedagogia se ne faccia carico; ciò perchè non si può lasciare che sia prerogativa di chi si può permettere di pagare la retta e di chi ha la possibilità di emergere, escludendo in tal modo le fasce deboli, i disabili, gli anziani. Per dare a tutti il diritto di esercitare un’attività sportiva, oltre ad abbattere le barriere architettoniche e gli ostacoli di natura economica, è necessario fornire agli educatori le conoscenze e le competenze necessarie.
Per sfatare il luogo comune secondo cui solo chi gode di buona salute può praticare sport, in questa tesi la candidata ha cercato di portare a conoscenza ciò che già è stato fatto nell’ambito delle attività sportive adattate ai disabili fisici e psichici, agli anziani, a tutti coloro che possono avere difficoltà, anche temporanee, a praticare sport nelle modalità tradizionali.
Particolare attenzione è stata rivolta all’acqua come risorsa, unica nel suo genere, per la nostra salute; l’acqua è un elemento particolarmente adatto per mantenere e recuperare il benessere psicofisico ed è particolarmente indicata per coloro che, a causa di malattie, incidenti o altre forme di impedimenti, non possono praticare attività a secco. Per questi motivi l’acqua è utilizzata come ambiente per attività finalizzate al raggiungimento del benessere psicologico. L’acqua ci ha accompagnato nel nostro processo evolutivo e nella nostra storia e ci accompagna tuttora nei momenti più importanti della nostra esistenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il mio interesse verso questo argomento nasce da un rapporto particolare con l elemento acqua. Nata e cresciuta in una citt di mare, ho sempre cercato di mantenere questo contatto, limitato purtroppo al periodo estivo perchØ non c era una piscina dove poter praticare l attivit in inverno. Dopo il mio trasferimento nella citt di Varese ho frequentato la piscina dello Sporting 2000 , provando fin da subito delle sensazioni di b enessere e di rilassamento in misura decisamente maggiore rispetto a quelle sperimentate durante le attivit a secco. Tra l altro, in quella struttura, si praticava il nuoto neonatale con bambini dai 15 giorni di vita in poi, e il vederli muovere con naturalezza nell acqua ha suscitato in me una certa curiosit verso quest attivit . Negli anni, ho prat icato il gymnuoto, l aquagym, l aquastep, l aquaflap e alcuni trattamenti idroterapici (idromassaggio, sauna, bagno turco). Per tutti questi motivi, quando il prof. Rapisarda, sentendo di questa mia passione, mi ha proposto di sviluppare l argomento per la mia tesi, ho accolto l idea con entusiasmo. Le difficolt non sono state poche perchØ in questo settore non esiste ancora una lettera- tura ufficiale affermata. Un importante aiuto per me Ł stato il contatto con il prof. Bor- tone, esperto della riabilitazione in acqua, che mi ha fornito materiale del suo Trattato di riabilitazione in acqua, in corso di pubblicazione, segnando una svolta decisiva nelle mie ricerche bibliografiche, al quale non pu che a ndare un ringraziamento particolare per avermi fatto da tutor.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

benefici sport
benefici sport acquatici
corpo psiche
salute mentale
sport
sport e psiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi