Skip to content

L'operazione di fusione secondo la normativa italiana di riferimento

Informazioni tesi

  Autore: Valeria Caprio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Università Mediterranea "Jean Monnet"
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia
  Relatore: Giovanni Maria Garegnani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

Il presente lavoro rappresenta il risultato di un’attività di analisi avente ad oggetto le motivazioni e le modalità attuative di un particolare processo di rideterminazione della dimensione e della struttura organizzativa delle aziende: l’operazione di fusione. Questo mutamento, che rappresenta una risposta del sistema aziendale all’evoluzione (sempre più repentina) dell’ambiente esterno, è volto a riformularne le strategie e a modificarne le combinazioni economiche in atto, nella continua ricerca di condizioni di “equilibrio economico nel tempo”, con l’obiettivo di massimizzare il valore del capitale investito.
Questo elaborato s’inserisce pertanto nel filone degli studi di economia aziendale sulle gestioni straordinarie, le quali, per loro natura, abbracciano trasversalmente diversi campi di ricerca: dalla determinazione del valore economico del capitale, alla rappresentazione contabile dei fatti aziendali, dall’informativa esterna d’impresa, agli strumenti per l’implementazione di scelte strategiche.
Si tratterà quindi della categoria delle “gestioni comuni” o “straordinarie”: “comuni”, poiché si riferiscono ad accadimenti che qualsiasi impresa, a prescindere dalla dimensione e dal settore economico di appartenenza, vive con le stesse modalità; “straordinarie”, in quanto si tratta di operazioni di carattere del tutto eccezionale, sia per la loro frequenza sia per la rilevanza del loro impatto sull’economia delle imprese coinvolte.
Nell’economia dell’impresa, l’esame della convenienza di mutare le proprie dimensioni non può evidentemente dissociarsi dallo studio degli strumenti attraverso cui tale obiettivo è concretamente perseguibile. E tali strumenti, tra cui anche la fusione, non sono utilizzabili in maniera indifferenziata, poiché essi hanno caratteristiche proprie, che permettono di perseguire più o meno agevolmente i disegni strategici dell’imprenditore, determinando effetti diversi sull’economia delle imprese.
Sotto il profilo strategico, è noto come non di rado le operazioni di concentrazione, tra cui la fusione, presentino, accanto a motivazioni di carattere fisiologico, cioè a motivazioni coincidenti con l’interesse dell’azienda in sé considerata quale istituto economico atto a perdurare nel tempo, anche motivazioni di carattere “extra-aziendale”, estranee a tale finalità. Spesso tali motivazioni sono definite dalla letteratura economico-aziendale come “patologiche”, in quanto rispondenti ad esigenze particolari dei soggetti titolari del potere di indirizzo e controllo delle decisioni aziendali, esigenze frequentemente contrastanti, o comunque non coincidenti con gli interessi propri dell’organismo aziendale astrattamente considerato.
Le operazione di gestione straordinaria che incidono sul capitale delle imprese, tra cui anche la fusione, agiscono infatti su due livelli:
1)uno relativo all’economia delle aziende coinvolte;
2)uno relativo all’economia personale (o familiare) dei soci o degli altri soggetti aventi relazioni istituzionali con l’azienda.
Non sempre i due livelli di interessi sono coincidenti: la loro individuazione e l’esame delle correlate motivazioni servono pertanto a spiegare numerosi comportamenti rilevabili nella prassi.
L’ operazione straordinaria di fusione presenta, inoltre, come tutte le altre tipologie di operazioni straordinarie, in relazione a caratteristiche proprie e/o a prescrizioni legislative, alcune peculiarità in ordine alla stima del valore dei complessi aziendali coinvolti; peculiarità che occorre esaminare attentamente al fine di adempiere correttamente a precisi obblighi di legge (perizie di stima) e di acquisire le conoscenze necessarie a valutarne compiutamente gli effetti.
Anche le modalità di rilevazione contabile e di rappresentazione degli effetti dell’operazione straordinaria nei bilanci delle società partecipanti rappresentano un aspetto particolarmente rilevante, sia per ciò che concerne la corretta espressione del capitale di funzionamento e la conseguente determinazione delle future correnti reddituali, sia in relazione agli obblighi di informazione esterna d’impresa.
Occorre infine considerare che uno dei driver decisionali valutato dall’impresa nel procedere ad un’operazione di fusione è rappresentato dal driver fiscale che ha un peso incisivo sull’operazione in esame, determinando il disegno strategico dell’impresa a seguito di una attenta pianificazione fiscale.
L’operazione di fusione sarà pertanto esaminata nelle seguenti dimensioni:
1)aspetti civilistici;
2)aspetti economico-strategici;
3)aspetti contabili;
4)aspetti fiscali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
ITRODUZIOE Il presente lavoro rappresenta il risultato di un’attività di analisi avente ad oggetto le motivazioni e le modalità attuative di un particolare processo di rideterminazione della dimensione e della struttura organizzativa delle aziende: l’operazione di fusione. Questo mutamento, che rappresenta una risposta del sistema aziendale all’evoluzione (sempre più repentina) dell’ambiente esterno, è volto a riformularne le strategie e a modificarne le combinazioni economiche in atto, nella continua ricerca di condizioni di “equilibrio economico nel tempo”, con l’obiettivo di massimizzare il valore del capitale investito. Questo elaborato s’inserisce pertanto nel filone degli studi di economia aziendale sulle gestioni straordinarie, le quali, per loro natura, abbracciano trasversalmente diversi campi di ricerca: dalla determinazione del valore economico del capitale, alla rappresentazione contabile dei fatti aziendali, dall’informativa esterna d’impresa, agli strumenti per l’implementazione di scelte strategiche. Si tratterà quindi della categoria delle “gestioni comuni” o “straordinarie”: “comuni”, poiché si riferiscono ad accadimenti che qualsiasi impresa, a prescindere dalla dimensione e dal settore economico di appartenenza, vive con le stesse modalità; “straordinarie”, in quanto si tratta di operazioni di carattere del tutto eccezionale, sia per la loro frequenza sia per la rilevanza del loro impatto sull’economia delle imprese coinvolte. Nell’economia dell’impresa, l’esame della convenienza di mutare le proprie dimensioni non può evidentemente dissociarsi dallo studio degli strumenti attraverso cui tale obiettivo è concretamente perseguibile. E tali strumenti, tra cui anche la fusione, non sono utilizzabili in maniera 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aspetti civilistici della fusione
aspetti economico aziendali della fusione
aspetti fiscali della fusione
avanzo da annullamento
avanzo da concambio
differenza da annullamento
differenza da concambio
disavanzo da annullamento
disavanzo da concambio
divieto di assegnazione di azioni proprie
esempio di fusione
finalità della fusione
forme di fusione
fusione
fusione inversa
fusioni a procedura semplificata
imposte dirette ed indirette
invalidità della fusione
leverage buy out
natura giuridica della fusione
procedimento di fusione
rapporto di cambio
rilevazione contabile della fusione
tutela dei soci

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi