Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La rappresentazione della falsa porta nei dipinti delle Tombe di Tarquinia

Un percorso tra i dipinti parietali delle tombe di Tarquinia con particolare attenzione alla falsa porta fin dalle prime ed essenziali apparizioni.
Uno studio che ci permette di capire i vari aspetti della vita etrusca, del culto per i morti e dell'architettura.

Mostra/Nascondi contenuto.
11. Introduzione “Cara Tarquinia vecchia e antica, dei grandi Etruschi sei la culla, diario dei miei giochi di fanciulla…”1 Così inizia la poesia premiata ad un concorso scolastico a cui ho partecipato da bambina, rimasta affascinata dal mondo etrusco, all’epoca conosciuto solo attraverso le immagini. Proprio durante le prime visite guidate alle tombe dipinte di Tarquinia, nacque in me l’interesse e la curiosità di scoprire ed interpretare ogni singolo simbolo lasciato da un popolo che per secoli ha fecondato la terra dei miei giochi. La scoperta e la conoscenza della pittura etrusca, approfondita e consolidata negli anni, fu inizialmente un gioco fino a divenire, oggi, l’oggetto della mia tesi. La pittura etrusca è tra i fenomeni più affascinanti dell’arte antica ed i monumenti conservati formano un complesso di testimonianze eccezionali per qualità e quantità che non trovano confronti nella 1 Poesia premiata al concorso “Ama di più la città” indetto dai Lions Club di Tarquinia in occasione del restauro della fontana di Piazza Trento e Trieste nel Comune di Tarquinia il 24-03-1994.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Valeria Ramuscello Contatta »

Composta da 87 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 594 click dal 25/01/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.