Skip to content

I media e le campagne elettorali. La sfida Rutelli-Alemanno: un paradigma del cambiamento politico italiano.

Informazioni tesi

  Autore: Cristina Liva
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Franco Monteleone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

La storia delle campagne elettorali rappresenta un'ottica privilegiata per comprendere le trasformazioni che interessano le tecniche e i linguaggi della politica e della comunicazione e ci indica quanto queste siano entità ormai complementari.
Nel mutare dei quadri normativi e dei sistemi elettorali, la storia delle campagne elettorali si articola attraverso alcuni snodi significativi: la persistenza del “notabile” come epicentro della vita politica, l’entrata in scena di “macchine elettorali” di natura partitica, il processo di massificazione e di nazionalizzazione della lotta politica nel primo e quindi nel secondo dopoguerra, l’impatto e l’eredità delle pratiche di mobilitazione totalitaria prodotte dal regime fascista.
Inoltre, cosa che ci riguarda più da vicino, l’influenza tecnologica nello sviluppo dell’informazione (i manifesti, l’amplificazione della voce nei comizi, l’industrializzazione della stampa), l’avvento dei mezzi audiovisivi (la radio, il cinema, la televisione), la spettacolarizzazione e la personalizzazione della competizione politico-elettorale.
Oggi il binomio media-politica è ormai parte dell’immaginario collettivo e l’opinione pubblica ha preso coscienza del grande rilievo assunto dai media nella narrazione e drammatizzazione dei fatti politici, fin quasi ad incidere sul loro svolgimento.
Per questo è interessante analizzare la campagna elettorale per le comunali 2008 nel comune di Roma, verificando come i mezzi di comunicazione sono stati utilizzati per la propaganda politica, e come l’ideazione di una buona campagna elettorale, l’utilizzo di strumenti adatti, di strategie oculate, di parole toccanti e di gesti misurati, determinino la sconfitta o la vittoria di un candidato.
Ci accorgeremo, anche, della continua compresenza e permanenza di elementi e strumenti che con il tempo si sono andati a sommare invece che escludersi a vicenda: il manifesto resiste all’avvento della televisione, il comizio riempie le piazze ma non toglie ascoltatori alla radio ed il volantino elettorale viene distribuito anche dopo l'avvento di internet.
Nell'arco dei decenni, dunque, i rapporti fra media e politica si sono trasformati, determinando dapprima la supremazia della politica sui mezzi di comunicazione, e in seguito un singolare sovvertimento di questa tendenza. Oggi sono i partiti politici ed i singoli candidati a rincorrere i tempi della televisione, le telecamere, gli orari dei telegiornali e un articolo sul quotidiano nazionale.
Si ripercorrono qui i cambiamenti subiti dal rapporto fra media e politica dal periodo fascista fino ad oggi, attraverso alcune tappe salienti, per poi approfondire la campagna elettorale della primavera 2008, che ha visto il candidato del PdL, Gianni Alemanno, ed il candidato del PD, Francesco Rutelli, contendersi la poltrona che fu di Argan e Petroselli, avvalendosi della testimonianza diretta di chi ha partecipato attivamente alla campagna: capi ufficio stampa, strateghi della comunicazione, volontari e giornalisti.
Si è ritenuto opportuno verificare in che modo le elezioni comunali di Roma del 2008 hanno avuto profonde ricadute sugli equilibri interni ai due maggiori partiti - PD e PDL - ma anche le ripercussioni avute nei rapporti di forza fra partiti della medesima coalizione. Alleanza Nazionale , controbilancia oggi la Lega Nord all'interno del PdL, mentre per il Partito Democratico questa bruciante sconfitta può essere stimolo al una riflessione seria ed approfondita, sulle alleanze, sui valori e sui principi su cui dovrà basarsi il suo futuro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE La storia delle campagne elettorali rappresenta un'ottica privilegiata per comprendere le trasformazioni che interessano le tecniche e i linguaggi della politica e della comunicazione e ci indica quanto queste siano entità ormai complementari. Nel mutare dei quadri normativi e dei sistemi elettorali, la storia delle campagne elettorali si articola attraverso alcuni snodi significativi: la persistenza del “notabile” come epicentro della vita politica, l’entrata in scena di “macchine elettorali” di natura partitica, il processo di massificazione e di nazionalizzazione della lotta politica nel primo e quindi nel secondo dopoguerra, l’impatto e l’eredità delle pratiche di mobilitazione totalitaria prodotte dal regime fascista. Inoltre, cosa che ci riguarda più da vicino, l’influenza tecnologica nello sviluppo dell’informazione (i manifesti, l’amplificazione della voce nei comizi, l’industrializzazione della stampa), l’avvento dei mezzi audiovisivi (la radio, il cinema, la televisione), la spettacolarizzazione e la personalizzazione della competizione politico-elettorale. Oggi il binomio media-politica è ormai parte dell’immaginario collettivo e l’opinione pubblica ha preso coscienza del grande rilievo assunto dai media nella narrazione e drammatizzazione dei fatti politici, fin quasi ad incidere sul loro svolgimento. Per questo è interessante analizzare la campagna elettorale per le comunali 2008 nel comune di Roma, verificando come i mezzi di comunicazione sono stati utilizzati per la propaganda politica, e come l’ideazione di una buona campagna elettorale, l’utilizzo di strumenti adatti, di strategie oculate, di parole toccanti e di gesti misurati, determinino la sconfitta o la vittoria di un candidato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

campagne elettorali
comune di roma
elezioni 2008
francesco rutelli
gianfranco fini
gianni alemanno
i media ed il futuro della comunicazione
internet e politica
la campagna elettorale di alemanno
la campagna elettorale di rutelli
la radio nel periodo fascista
la tv nel periodo fascista
media e periodo fascista
media e politica
media e prima repubblica
media e seconda repubblica
mussolini e la comunicazione
partito delle libertà
partito democratico
radio e politica - percorso storico
roma cambia
roma merita ascolto
televisione e politica - percorso storico
walter veltroni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi