Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione di un protocollo per la moderazione in un client open source per una piattaforma di videoconferenza basata su IP

Obiettivo del presente lavoro di tesi è stato quello di sviluppare, facendo uso di apposite librerie di sviluppo (Gtk+ Gnome), una modifica relativa a un client VoIP (Ekiga, ex GnomeMeeting) in modo da permettergli la fruizione di scenari di conferencing avanzati.
Particolare attenzione è stata dedicata al protocollo BFCP (Binary Floor Control Protocol), il cui compito è gestire la moderazione di risorse all’interno di una conferenza. Il protocollo BFCP è parte di un più ampio progetto nato in seno al gruppo XCON (Centralized Conferencing Working Group), creato appositamente dall‘IETF per ovviare al problema della standardizzazione di tecnologie che si occupano di web conferencing.
Con il termine floor si intende il permesso, in senso generico, di usufruire temporaneamente, nell’ambito di una conferenza, di un determinato set di risorse condivise associate alla specifica istanza della stessa conferenza. In particolare, BFCP si occupa di sincronizzare e coordinare l’accesso a queste risorse condivise, ma non definire le eventuali regole e politiche di assegnazione di questi floors ai richiedenti.
L’architettura utilizzata in questo progetto si basa fondamentalmente su due programmi, uno riguardante il lato server (Asterisk) e l’altro il lato client (Ekiga). Asterisk è nato come progetto Open Source per la realizzazione di un centralino VoIP software, in grado cioè di gestire le moderne comunicazioni VoIP e interfacce per la gestione di linee PSTN (analogiche e digitali) in maniera integrata; è capace di supportare gli scenari di conferencing centralizzato prospettati da XCON grazie all’estensione di un suo modulo applicativo chiamato MeetMe. Ekiga (in precedenza nota come GnomeMeeting) è invece un'applicazione open source per il VoIP e la videoconferenza appositamente scritta per GNOME, il noto desktop environment. Ekiga utilizza sia il protocollo H.323 che il protocollo SIP per quanto riguarda la segnalazione.
Nei primi capitoli verrà presentata una più ampia panoramica sul contesto applicativo del lavoro e sugli sforzi di standardizzazione attuati dall‘IETF in ambito di web conferencing attraverso il suo gruppo di lavoro XCON. Nel capitolo 3 sarà preso in considerazione il protocollo BFCP nel suo ambito generale, ed evidenziata la relativa necessità di un client per il suo utilizzo. Nel capitolo 4 verrà successivamente discussa e mostrata l’implementazione pratica del lato client; di seguito verranno quindi presentate, nel capitolo 5, delle sperimentazioni reali mirate a verificare il buon funzionamento del progetto, con la messa in atto di scenari operativi tipici, attraverso lo scambio di messaggi BFCP tra Asterisk ed Ekiga (richiesta e rilascio di un floor, avere informazioni su un utente, e così via). In conclusione nel capitolo 6 verranno presentati gli eventuali sviluppi futuri su cui si potrà basare il lavoro svolto.

Mostra/Nascondi contenuto.
Integrazione di un protocollo per la moderazione in un client open source per una piattaforma di videoconferenza basata su IP 5 Introduzione Il Voice over IP (Voce tramite protocollo Internet), acronimo VoIP, è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica sfruttando una connessione Internet o un'altra rete dedicata che utilizza il protocollo IP, anziché passare attraverso la rete telefonica tradizionale (PSTN). Ciò consente di eliminare le relative centrali di commutazione e di economizzare sulla larghezza di banda occupata. Vengono instradati sulla rete pacchetti di dati contenenti le informazioni vocali, codificati in forma digitale, e ciò solo nel momento in cui è necessario, cioè quando uno degli utenti collegati sta parlando. Grazie alla sua economicità, l’uso della tecnologia VoIP è alla base di molti studi e ricerche per svilupparne e facilitarne ancora di più l’utilizzazione; negli ultimi anni sono stati sviluppati diversi software che integrano la gestione del conferencing tramite VoIP assieme ad applicazioni di rete come l’instant messanging e il file sharing. Il termine conferencing è, in generale, utilizzato per indicare comunicazioni di gruppo, in tempo reale e sincrone, fra partecipanti geograficamente distribuiti. La rete telefonica tradizionale PSTN si è rivelata ben presto poco adatta a scenari di conferencing,: infatti queste architetture furono pensate e realizzate solamente per la trasmissione del segnale vocale, e quindi non sono sufficientemente flessibili per la trasmissione attuale di dati, quale può essere uno scambio di file o una videoconferenza in tempo reale. La tecnologia VoIP richiede due tipologie di protocolli di comunicazione in parallelo. Il primo è per il trasporto dei dati; gli altri protocolli servono per la codifica della

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco De Luca Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 192 click dal 27/10/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.