Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Confronto di protocolli di routing DTN in reti acustiche sottomarine

Una rete di sensori sottomarini (UW-ASN, UnderWater Acoustic Sensor Network) deve essere in grado di raccogliere dati oceanografici, monitorare l'inquinamento, consentire esplorazioni off-shore, fornire assistenza alle attività di prevenzione di eventi catastrofici, alla navigazione e alle applicazioni di sorveglianza. Per raggiungere tali obiettivi è indispensabile la presenza di una tecnologia che, in generale, permetta ai dispositivi sottomarini di comunicare in tempo reale ed eseguire le operazioni coordinate. Tale tecnologia è la Wireless Underwater Acoustic Networking, la quale si ritiene possa rimpiazzare in futuro il tradizionale approccio che prevede il posizionamento della strumentazione in situ. Si è reso, pertanto, necessario investire sulla ricerca e lo sviluppo nel campo delle comunicazioni wireless sottomarine, le quali potranno notevolmente aumentare l'efficienza delle attività in tali scenari. Molti progressi sono stati fatti per quanto riguarda il livello fisico e il livello MAC, mentre le tecniche di routing in ambiente sottomarino sono divenute oggetto di studio da poco tempo. Nelle UW-ASN, caratterizzate da connettività intermittente, limitazioni di banda, alta probabilità d'errore, spesso non è possibile utilizzare i tradizionali protocolli di routing (DSDV, OLSR, AODV, DSR). E' possibile, quindi, considerare tali reti come DTN (Delay Tolerant Network), sfruttando così i risultati ottenuti dai numerosi studi effettuati negli ultimi anni in questo campo.
L'obiettivo principale di questa tesi è l'implementazione di tre diversi protocolli di routing DTN, la loro applicazione in uno scenario sottomarino, il confronto e l'analisi delle loro prestazioni.
Nel Capitolo 1 viene fatta una panoramica generale sulle UW-ASN, delle quali vengono descritte le principali caratteristiche, le differenze con le reti di sensori terrestri e le diverse topologie.
Nel Capitolo 2 viene trattato nel dettaglio il canale acustico sottomarino, con particolare attenzione ai fenomeni che rendono difficoltose le comunicazioni in tali scenari.
Il Capitolo 3 è dedicato alla descrizione dell'architettura DTN e dei suoi principi di funzionamento, confrontati con quelli della rete Internet.
La problematica del routing nelle DTN viene affrontata nel Capitolo 4, all'interno del quale vengono presentati i principali protocolli di routing DTN recentemente sviluppati. Maggiore risalto viene dato a Spray And Wait, il protocollo di riferimento scelto in questa tesi per l'applicazione in scenari sottomarini.
Nel Capitolo 5 viene presentato l'ambiente simulativo utilizzato (NS2-MIRACLE) per testare le prestazioni dei protocolli di routing DTN implementati, dei quali viene descritta la logica di funzionamento.
Infine, nel capitolo 6, vengono messe a confronto le prestazioni dei tre protocolli, analizzandone pregi, difetti e la loro utilità in ambiente sottomarino.

Mostra/Nascondi contenuto.
Sommario Una rete di sensori sottomarini (UW-ASN, UnderWater Acoustic Sensor Network) deve essere in grado di raccogliere dati oceanografici, monitorare l'inquinamen- to, consentire esplorazioni off-shore, fornire assistenza alle attività di prevenzione di eventi catastrofici, alla navigazione e alle applicazioni di sorveglianza. Per raggiungere tali obiettivi è indispensabile la presenza di una tecnologia che, in generale, permetta ai dispositivi sottomarini di comunicare in tempo reale ed ese- guire le operazioni coordinate. Tale tecnologia è la Wireless Underwater Acoustic Networking, la quale si ritiene possa rimpiazzare in futuro il tradizionale approc- cio che prevede il posizionamento della strumentazione in situ. Si è reso, pertanto, necessario investire sulla ricerca e lo sviluppo nel campo delle comunicazioni wi- reless sottomarine, le quali potranno notevolmente aumentare l'efficienza delle attività in tali scenari. Molti progressi sono stati fatti per quanto riguarda il li- vello fisico e il livello MAC, mentre le tecniche di routing in ambiente sottomarino sono divenute oggetto di studio da poco tempo. Nelle UW-ASN, caratterizzate da connettività intermittente, limitazioni di banda, alta probabilità d'errore, spes- so non è possibile utilizzare i tradizionali protocolli di routing (DSDV, OLSR, AODV, DSR). E' possibile, quindi, considerare tali reti come DTN (Delay To- lerant Network), sfruttando così i risultati ottenuti dai numerosi studi effettuati negli ultimi anni in questo campo. L'obiettivo principale di questa tesi è l'implementazione di tre diversi protocolli di routing DTN, la loro applicazione in uno scenario sottomarino, il confronto e l'analisi delle loro prestazioni. Nel Capitolo 1 viene fatta una panoramica generale sulle UW-ASN, delle quali vengono descritte le principali caratteristiche, le differenze con le reti di sensori terrestri e le diverse topologie. Nel Capitolo 2 viene trattato nel dettaglio il canale acustico sottomarino, con particolare attenzione ai fenomeni che rendono difficoltose le comunicazioni in 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Giuseppe Loccisano Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1528 click dal 09/02/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.