Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Ministero dell'industria, del commercio e dell'artigianato

La tesi tratta delle funzioni dell’ex Ministero dell’industria del commercio e dell’artigianato dalle origini storiche ai dati attuali, ponendolo in confronto con analoghe istituzioni straniere ed evidenziando i punti di forza e quelli di debolezza, con uno “sguardo” attento alle prospettive di riforma.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAP.1 NOTE STORICO-INTRODUTTIVE SOMMARIO: 1) Origini: Regia Segreteria di Stato per i Lavori Pubblici, l’Agricoltura ed il Commercio (1847); 2) Ministero di Agricoltura e Commercio (1848); 3) Ministero della Marina, Agricoltura e Commercio (1850); 4) Ministero di Agricoltura, Industria e Commercio (1860); 5) Ministero dell’Industria, del Commercio e del Lavoro (1916); 6) Ministero dell’Industria e del Commercio (1920); 7) Ministero dell’Economia Nazionale (1923); 8) Ministero delle Corporazioni (1926); 9) Ministero dell’Industria, del Commercio e del Lavoro (1943); 10) Ministero dell’Industria e del Commercio (1945); 11) Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato (1966); 12) Conclusioni. 1) ORIGINI: REGIA SEGRETERIA DI STATO PER I LAVORI PUBBLICI, L’AGRICOLTURA ED IL COMMERCIO (1847) Le origini del Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato vengono fatte risalire al 1847 (1) : con tale disposizione normativa viene creato, come si legge nell’art. 1 della stessa legge, un “novello Dicastero col titolo di Regia Segreteria di Stato per i lavori pubblici, l’agricoltura ed il commercio”. Il motivo dominante della creazione di tale organo statale, enunciato nella relazione che precede la disposizione legislativa, risponde al fine di “semplificare l’andamento e la responsabilità” del Dicastero degli Interni oberato dall’eccessivo carico di lavoro che si “verrebbe a concentrare su di esso in (1) Regie Lettere Patenti 7 dicembre 1847 n. 650.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Pelo Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1948 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.