Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il problema dell’instabilità nei profili pultrusi

Tra i vari prodotti disponibili realizzati in FRP sono presenti anche i profili pultrusi. Questi profili offrono numerosi vantaggi rispetto ai materiali da costruzione utilizzati tradizionalmente (acciaio, calcestruzzo): presentano infatti ottime caratteristiche di leggerezza e durabilità, inoltre l’utilizzo di fibre di vetro e le modalità di fabbricazione li rendono economicamente interessanti. A fronte di questi vantaggi, però, si ritrovano un comportamento strutturale differente da quello dei profili solitamente utilizzati, come l’acciaio; perciò c’è la necessità di mettere a punto regole di calcolo diverse da quelle tradizionali.
Con questa tesi si vogliono confrontare i risultati ottenuti dall’applicazione di alcune teorie proposte per il calcolo di elementi sottoposti a compressione assiale tramite il paragone con dati sperimentali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Negli ultimi anni i materiali compositi fibrorinforzati (FRP, Fiber Rein- forced Pastics) si stanno affermando anche per applicazioni di ingegneria civile, dopo anni di utilizzo da parte di altre discipline come ingegneria mec- canica e aerospaziale. Tra i vari prodotti disponibili realizzati in FRP sono presenti anche i pro- fili pultrusi. Questi profili offrono numerosi vantaggi rispetto ai materiali da costruzione utilizzati tradizionalmente (acciaio, calcestruzzo): presentano infatti ottime caratteristiche di leggerezza e durabilita`, inoltre l’utilizzo di fibre di vetro e le modalita` di fabbricazione li rendono economicamente in- teressanti. A fronte di questi vantaggi, pero`, si ritrovano un comportamento strutturale differente da quello dei profili solitamente utilizzati, come l’ac- ciaio; percio` c’e` la necessita` di mettere a punto regole di calcolo diverse da quelle tradizionali. I profili pultrusi, essendo realizzati con fibre monodirezionali longitudinali, hanno modulo di resistenza e costanti elastiche molto differenti nel senso del- le fibre o ortogonalmente ad esse. In particolare il fatto che le connessioni tra gli elementi della trave siano costituiti solo da matrice favorisce partico- larmente i femoneni di instabilita` locale quando gli elementi sono sottoposti a compressione assiale. 7

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Michele Peroni Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1283 click dal 04/02/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.