Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pratica del bookcrossing tra teoria del dono ed economia della condivisione. Una ricerca etnografica.

Il libro e la rete Internet sono due degli strumenti che hanno maggiormente modificato il modo in cui le informazioni circolano e vengono condivise. Internet è una rete di portata mondiale, uno dei mezzi di comunicazione più potenti a disposizione della società. Le sue capacità odierne e potenzialità future tengono viva la discussione su come le nuove tecniche di comunicazione possano indirizzare le persone verso nuove formae mentis, in particolar modo in questo momento in cui la Rete si sta orientando - da grande biblioteca qual era considerata sino a meno di un decennio fa - a diventare sempre di più un'applicazione sociale al servizio delle relazioni tra persone.
Obiettivo di questa tesi è indagare secondo le linee teoriche indicate dal filone antropologico di ricerche sull'economia del dono il Bookcrossing, un fenomeno culturale che mette assieme questi due medium, il libro e la rete, e che fa del dono a sconosciuti la sua ragione d’essere, dando luogo ad una vasta struttura comunitaria sul web.
Il nucleo fondamentale del Bookcrossing si definisce intorno alla pratica di lasciare intenzionalmente un libro in un luogo pubblico, affinché qualcun altro possa trovarlo e leggerlo, per poi seguirne i viaggi attraverso il sito Internet del movimento. Ciò che scaturisce dalla contaminazione tra la rete Internet ed i libri è una forma di socialità che si sposta agevolmente dal mondo online a quello offline, in cui il dono ad estranei, attraverso il rapporto paradossalmente intimo stabilito dalla lettura dello stesso libro, può dare origine ad una comunità estremamente salda e coesa in cui la dimensione comunitaria non è data dalla vicinanza geografica ma dal sentire comune, e dalla condivisione di idee, valori e interessi.
Coinvolgendo un medium come il libro ed un mezzo quale la rete Internet il fenomeno Bookcrossing si presta ad essere analizzato da una molteplicità di possibili punti di vista, dall’ottica dell’uso creativo degli oggetti nella società del benessere e le forme di consumo alternativo a quello delle iniziative per incentivare la lettura, tutti possibili e legittimi. In questo lavoro si è cercato di mantenere dunque una prospettiva socio-antropologica sull’argomento, rimanendo nell’ambito interpretativo del paradigma del dono, senza però perdere gli apporti forniti da altri campi di studio e discipline, con i cui contributi è inevitabile doversi confrontare quando si affronta un fenomeno che mette assieme in maniera inedita i due strumenti comunicativi più potenti della nostra società.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Il libro e la rete Internet sono due degli strumenti che hanno maggiormente modificato il modo in cui le informazioni circolano e vengono condivise. Internet è una rete di portata mondiale, uno dei mezzi di comunicazione più potenti a disposizione della società. Le sue capacità odierne e potenzialità future tengono viva la discussione su come le nuove tecniche di comunicazione possano indirizzare le persone verso nuove formae mentis, in particolar modo in questo momento in cui la Rete si sta orientando - da grande biblioteca qual era considerata sino a meno di un decennio fa - a diventare sempre di più un'applicazione sociale al servizio delle relazioni tra persone. Obiettivo di questa tesi è indagare secondo le linee teoriche indicate dal filone antropologico di ricerche sull'economia del dono il Bookcrossing, un fenomeno culturale che mette assieme questi due medium, il libro e la rete, e che fa del dono a sconosciuti la sua ragione d’essere, dando luogo ad una vasta struttura comunitaria sul web. Il nucleo fondamentale del Bookcrossing si definisce intorno alla pratica di lasciare intenzionalmente un libro in un luogo pubblico, affinché qualcun altro possa trovarlo e leggerlo, per poi seguirne i viaggi attraverso il sito Internet del movimento. Ciò che scaturisce dalla contaminazione tra la rete Internet ed i libri è una forma di socialità che si sposta agevolmente dal mondo online a quello offline, in cui il dono ad estranei, attraverso il rapporto paradossalmente intimo stabilito dalla lettura dello stesso libro, può dare origine ad una comunità estremamente salda e coesa in cui la dimensione comunitaria non è data dalla vicinanza geografica ma dal sentire comune, e dalla condivisione di idee, valori e interessi. Per l’analisi del Bookcrossing si adottato un metodo di ricerca che alterna diversi momenti. Innanzitutto uno studio descrittivo, volto a presentare un quadro storico e una visione generale della nascita e dell’evoluzione del Bookcrossing a livello mondiale. Poi ci si è rivolti più specificatamente all’evoluzione del fenomeno in Italia. Infine la raccolta dei dati e la verifica delle ipotesi è stata completata

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Roberta Ragona Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2793 click dal 16/04/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.