Skip to content

Sistema di test per dispositivi RFID

Informazioni tesi

  Autore: Mateo Leco
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettronica
  Relatore: Luigi Palumbo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

La tesi parla di un progetto in LabVIEW per il dispositivo PhidgetRFID.

Questo lavoro di tesi comprende lo studio, la progettazione in software (dell‟interfaccia d‟ingresso) e test di un dispositivo RFID. In particolare si progetta, utilizzando il linguaggio di programmazione LabVIEW, un programma in grado di riconoscere adeguatamente il dispositivo collegato al PC e di accedere ai suoi vari funzioni. Il dispositivo, oggetto di studio, è della serie Phidget, il PhidgetRFID, composto da un lettore a radio frequenza, 3 diversi tipi di tag e un cavo USB per collegarlo al computer.

Nel capitolo 1 si parlerà dei sistemi RFID in generale, descrivendo la tecnologia, i componenti del sistema e il modo in cui essi comunicano tra loro. Si farà anche un cenno ai dispositivi HID (Human Interface Device), visto che il dispositivo in questione viene riconosciuto come tale dal computer. In fine si farà un breve riassunto allo Standard ed ai Protocolli di comunicazione della tecnologia RFID e ai vari campi di applicazione.

Nel capitolo 2 si entrerà più in dettaglio, a parlare per lo specifico dispositivo in possesso, il PhidgetRFID descrivendo le sue caratteristiche, i componenti e l‟istallazione del driver in ambiente Windows. Si parlerà anche di come programmare il Phidget utilizzando un insieme completo di interfacce per programmi applicativi (API - Application Programming Interfaces) in librerie già fatte per diversi linguaggi di programmazione.

Nel capitolo 3 si parlerà del progetto sviluppato in ambiente LabVIEW, cominciando con una breve introduzione ai concetti generali del linguaggio di programmazione e continuando con la descrizione delle funzioni principali usate per costruire un progetto Phidget. Si farà un diagramma a blocchi schematico in modo da mettere in evidenzia le varie funzioni dei blocchi che verranno poi analizzati uno ad uno. In fine verrà presentato l‟esempio di progetto dell‟interfacciamento del dispositivo con il PC e anche quello del riconoscimento del formato del tag.

Nel ultimo capitolo verranno riportate le conclusioni e i risultati dei test svolti durante il lavoro di tesi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il codice a barre ha rivoluzionato la supply chain1, ma l‟identificazione in radiofrequenza promette di fare di più, migliorando l‟efficienza della movimentazione e della rintracciabilità delle merci e soprattutto il servizio offerto al consumatore. Questa tecnologia, nota anche come RFID (Radio Frequency IDentification) e messa a punto da alcuni decenni, è già utilizzata in diversi campi: nei badge per la sicurezza in ufficio, nelle apparecchiature per il pagamento automatico nei parcheggi e nel Telepass sulle autostrade. RFID sta ad indicare l‟identificazione attraverso una trasmissione a radio frequenza. L‟identificazione implica l‟assegnazione di un‟identità univoca ad un oggetto che consenta di distinguerlo in modo non ambiguo. Il fine principale di questa tecnologia, pertanto, è di assumere informazioni su oggetti, animali o persone, per mezzo di piccoli apparati a radiofrequenza associati ai medesimi. Le componenti del sistema comunicano mediante segnali a radio frequenza, quindi senza necessità di contatto fisico e senza che gli apparati siano né visibili, né in visibilità reciproca. Alla base di tutto c‟è un tag, cioè un‟etichetta in cui sono stati inseriti un microchip in silicio e una antenna. Questa etichetta può essere alimentata a distanza da un dispositivo di lettura che gli fornisce l‟energia necessaria. Il tag, applicato ad un oggetto, per esempio al cartone che contiene un certo prodotto, racchiude la chiave di riconoscimento universale. Rispetto al codice a barre, la tecnologia RFID capta e distribuisce le informazioni più efficacemente, consente di leggere simultaneamente molteplici codici senza alcun bisogno di abbinare fisicamente al prodotto un lettore ottico. Tuttavia l‟elemento fondamentale per l‟implementazione di una soluzione RFID nella supply chain resta l‟utilizzo di protocolli di interfaccia standard. Senza standard globali non è possibile integrare le componenti hardware e software RFID e consentire lo scambio e la gestione delle informazioni sui vari prodotti tra i partner commerciali. Questo lavoro di tesi comprende lo studio, la progettazione in software (dell‟interfaccia d‟ingresso) e test di un dispositivo RFID. In particolare si progetta, utilizzando il linguaggio di programmazione LabVIEW, un programma in grado di riconoscere 1 Indica l'insieme di unità organizzative che intervengono nella produzione di un bene o un servizio atto a soddisfare le esigenze di un utilizzatore finale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dispositivi rfid
labview
phidgetrfid
tag rfid 125 khz

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi