Skip to content

Sfera pubblica e soggetto politico

Informazioni tesi

  Autore: Lorena Ciampi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Antonio Tucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

Abstract
Il processo di globalizzazione genera da un lato la crisi, e dall'altro il ricostituirsi del legame sociale in forme regressive e distruttive. Gli obiettivi di questo lavoro sono diretti a formulare un’ analisi del deterioramento dello spazio pubblico nell'era della globalizzazione, delle concezioni identitarie e la riaffermazione di una visione esistenzialistica e decostruttiva allo stesso tempo. Ho cercato di analizzare la sfera pubblica rifacendomi alle teorie di molti autori come: Zygmunt Bauman, Jürgen Habermas, Iris Marion Young. Ma in particolare mi sono impegnata ad analizzare il pensiero di Hannah Arendt. Il primo capitolo riguarda il deterioramento della sfera pubblica. Partendo dall’analisi habermasiana, che attraverso la sua opera la teoria dell’agire comunicativo (1981), descrive il processo nel corso del quale il pubblico costituito da individui s’appropriano della sfera pubblica controllata dalla autorità e la trasformano in una sfera dove la critica si esercita contro il potere dello stato. Lo spazio pubblico è giunto alla eccessiva frantumazione dettata da una prevalenza del singolo sulla collettività, l’individuo e la sua soggettività divengono il perno principale e indeboliscono il senso comune, disgregando l’agire politico inteso come agire comunicativo tra gli individui.Mi sono impegnata a descrivere il contribuito dell’analisi dello spazio pubblico attraverso la prospettiva di Zigmunt Bauman e Iris Marion Young. Nel secondo capitolo ho delineato un percorso storico del pensiero di Hannah Arendt, partendo da una analisi di un'altra grande opera della filosofa, Le origini del totalitarismo (1951). Il terzo capitolo descrive la concezione politica arendtiana attraverso le sue opere.La Arendt critica la società moderna, accusandola di aver privilegiato il versante economico - strategico dimenticando il vero significato dell'agire. Ma, affinché l'agire dia inizio a un vero e proprio processo significativo, è necessario che esso venga raccontato e reso noto alle generazioni future.Il monito della filosofa è quello di ritornare ad un “mondo umano”, creato e mantenuto dall’uomo attraverso la sua opera, l’agire, attività propria dell’ homo faber attraverso la quale l’individuo produce qualcosa che sopravviverà a se stesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
10 CAPITOLO PRIMO PARTECIPAZIONE E SOGGETTIVITÁ NELLA SOCIETÁ CONTEMPORANEA 1.1 Il deterioramento dello spazio pubblico Per spazio pubblico intendiamo generalmente il luogo simbolico delle libertà civili: libertà di manifestazione, di parola, di espressione. É il luogo simbolico regolato dalle leggi, il terreno delle libertà democratiche che consentono di regolare i conflitti sociali e politici ed il confronto con i poteri costituiti. Lo spazio pubblico è quindi una nozione cardine delle scienze umane e sociali. Jürgen Habermas con la pubblicazione intitolata Teoria dell'agire comunicativo (1981) descrive il processo nel corso del quale il pubblico costituito da individui facendo uso della loro ragione s'appropria della sfera pubblica controllata dall'autorità e la trasforma in una sfera dove la critica si esercita contro il potere dello Stato. Questo processo nasce nel XVIII secolo in Inghilterra nel periodo di sviluppo urbanistico della città e della contemporanea definizione della nozione di spazio privato da parte della borghesia urbana emergente. Habermas illustra come le riunioni nei circoli e nei caffè hanno contribuito alla moltiplicazione delle discussioni e dei dibattiti politici anche attraverso l'uso dei media dell'epoca (giornali, riviste) 2 . Il pubblico di borghesi, formatosi nell'ambito familiare, nello spazio della libertà, 2 J. Habermas, Teoria dell’agire comunicativo vol. II: Critica della ragione funzionalistica, Edizione Il Mulino, 1997.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agire politico
banalità del male
filosofia
filosofia politica
globalizzazione
habermas
hannah arendt
identità
individualismo
iris marion young
male radicale
partecipazione politica
pluralismo
polis greca
politico
questione morale
sfera privata
sociologia
soggettività
soggetto politico
spazio pubblico
totalitarismo
vita activa
zygmunt bauman

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi