Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sulle rotte del divertimento giovanile in Europa: due progetti a confronto

Volendo occuparsi dell'uso delle droghe con fini ricreativi risulta necessario comprendere il processo attraverso cui lo spazio temporale libero da obblighi e doveri sia diventato attualmente momento privilegiato di questo tipo di attività all'interno di determinati setting frequentati dai giovani Europei. Il significato dato al tempo libero e al tempo del divertimento è un costrutto culturale e quindi conoscibile adottando una prospettiva storica.

Mostra/Nascondi contenuto.
  3 1. L'UTILIZZO DELLE DROGHE NEGLI AMBIENTI RICREATIVI EUROPEI 1.1 Una panoramica socioculturale Volendo occuparsi dell'uso delle droghe con fini ricreativi risulta necessario comprendere il processo attraverso cui lo spazio temporale libero da obblighi e doveri sia diventato attualmente momento privilegiato di questo tipo di attività all'interno di determinati setting frequentati dai giovani Europei. Il significato dato al tempo libero e al tempo del divertimento è un costrutto culturale e quindi conoscibile adottando una prospettiva storica. Prima del XIX secolo disporre di tempo libero era un privilegio esclusivo dell'aristocrazia. Per i cittadini ordinari il tempo era regolato dal lavoro, dalle stagioni e quindi dal calendario agricolo. Essendo il tempo del non lavoro cammino verso la povertà, il tempo libero non aveva una connotazione positiva. Il tempo riservato alla festa era regolato dal calendario agricolo e religioso e la festa era concepita come momento di gratitudine e devozione alle divinità per aver ottenuto i prodotti necessari alla sopravvivenza (Conti; 2004). Con la rivoluzione industriale il valore del tempo subisce delle modifiche. Il lavoro nelle industrie inizia infatti ad organizzare il tempo secondo le logiche di produzione e conseguentemente la vita sociale subisce un adattamento alle necessità dell'efficienza produttiva. La popolazione si concentra nei centri industriali, le relazioni familiari si trasformano prendendo le forme della famiglia nucleare moderna e inizia ad emergere l'idea del tempo libero strettamente collegata all'intrattenimento e al divertimento. Parallelamente a questa nuova concezione di tempo libero emerge la necessità di dotarlo di significato e di organizzarlo. I cambi tecnologici hanno contribuito sostanzialmente a guidare i cambi sociali nell'uso e nell'interpretazione del tempo. Uno degli sviluppi tecnologici che con più forza hanno sostenuto questa rivoluzione fu quello i trasporti che ha dato il via al turismo massivo e conseguentemente all'ibridazione di modus vivendi e costumi dei paesi entrati in contatto tra loro (Conti; 2004). Un altro passo importante nei cambi relativi all'organizzazione del tempo libero fu la creazione dell'industria del divertimento. L'industria del turismo americano, soprattutto successivamente alla seconda guerra mondiale, si fece promotrice dell'intrattenimento di massa, dirigendo e stimolando bisogni e necessità ludiche e diventando poi il fattore fondamentale nella

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Annachiara Nicodemo Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 387 click dal 17/02/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.