Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi del rischio e gestione della sicurezza in un cantiere: teoria ed applicazioni

é l'analisi di un insieme di protocolli relativi alle norme di sicurezza previste dal Decreto Legislativo 81/08 nell'ambito di una progettazione esecutiva e relativa realizzazione di un Capannone Industriale ad elementi prefabbricati

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1. INTRODUZIONE 1.1 Obiettivi del progetto di tirocinio Gli obiettivi del tirocinio svolto, e del presente documento di tesi, sono lo studio di un insieme di protocolli per l analisi di progettazione ed esecuzione di un cantiere a norma di sicurezza. La sicurezza non Ł un elemento opzionale inseribile in un segmento di una linea di produzione, essa Ł una qualifica di un processo produttivo, appositamente disegnato in ogni sua fase lavorativa a fronte di una attenta valutazione dei rischi; costantemente monitorato e ridefinito in sede di esercizio. Parlare di sicurezza nei cantieri edili implica riconoscere una realt produttiva con caratteristiche di originalit non riscontrabili altrove, in cui le variabili spazio-tempo non sono confrontabili con altre produzioni, in cui il fattore ambientale incide pesantemente nell avanzamento dei lavori, inducendo, a sua volta, significativi interventi di improvvisazione. Il cantiere edile costituisce un settore di attivit che espone i lavoratori a rischi particolarmente elevati, oltre ad essere caratterizzato da un tasso di mortalit assolutamente eccessivo in base alla consultazione dei dati sulla frequenza di accadimento degli infortuni e sulle gravit delle conseguenze lesive che determina sull uomo. Introdurre la sicurezza nei cantieri edili richiede un intenso lavoro progettuale, un complesso processo di scelte condizionate dall alternarsi di previsioni e valutazioni di esperienze passate, di un continuo esercizio di scomposizione e ricomposizione di tutti gli elementi di una realt lontana da logiche di controllo e definizione di ogni fase del processo produttivo. La necessit di progetto, per la configurazione di un cantiere edile sicuro, viene riconosciuta oggi da una direttiva europea, recentemente recepita in Italia nel D. Lgs. n. 81/08, a seguito di una lunga produzione legislativa che ha delineato veri e propri modelli di prevenzione, e la cui applicazione non Ł mai riuscita ad incidere sostanzialmente nella organizzazione dei cantieri. Lo svolgimento di questa tesi seguir lo sviluppo dell iter legislativo valutandone la fattibilit , in particolare modo, l applicazione verr eseguita su un cantiere per la realizzazione di un capannone industriale a due piani (uno interrato e l altro fuori terra) con strutture prefabbricate, presente in Via Tratturo Camporeale km. 2.2, lato sinistro, zona periferica della

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Valentina Simone Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3183 click dal 21/04/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.