Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Matteo e Francesca in crisi... i neuroni specchio di Matteo e i neuroni specchio di Francesca si sintonizzano e si riconoscono

L’idea di sviluppare il tema della coppia è nata dal fatto che, durante gli anni di specializzazione, mi sono spesso interessata all’argomento osservando la coppia nel suo ciclo di vita sia da un punto di vista diagnostico, sia approfondendo temi come quelli della mediazione.
In particolare, desidero affrontare l’argomento del legame di coppia e connetterlo ad una delle ultime scoperte delle neuroscienze, cioè quella dei neuroni specchio.La mia tesi non potrà descrivere l’intero processo terapeutico di una coppia, ma una parte essenziale di esso. Ho avuto modo di rivedere alcuni tratti importanti di tale percorso terapeutico registrati su dvd assieme alla dott.ssa Roberta, di avere una sua supervisione diretta e, in particolare, di approfondire un argomento di cui non conoscevo ancora tutte le implicazioni psicologiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
4    Introduzione La terapia di coppia con Matteo e Francesca è tuttora in corso; è iniziata il 13 febbraio 2009 e si svolge presso lo studio privato della dott.ssa Roberta C., a Salerno, dove svolgo un’attività di collaborazione come psicologa. Nella conduzione della terapia ricevo la supervisione indiretta del Prof. Giuseppe Ruggiero e del dott. Stefano Iacone. La coppia Matteo – Francesca è stata inviata allo studio della dott.ssa C. dalla collega S., che segue individualmente Francesca in un suo percorso terapeutico di cura per disturbi del comportamento alimentare. Dopo un primo momento di indecisione, Matteo e Francesca decidono di seguire il percorso di terapia di coppia. Il 13 febbraio 2009 si svolge la prima seduta. Affianco la terapeuta come specializzanda in psicoterapia sistemica relazionale nel ruolo di psicologa relazionale, co-terapeuta. L’emozione è forte: ci presentiamo e subito inizio a farmi tante domande sul come andrà, su quali siano le loro difficoltà… E’ la prima coppia che incontro direttamente, tutte le altre le ho seguite da “dietro lo specchio”. Le sensazioni sono completamente diverse, agli inizi della seduta sono sempre in uno stato d’ansia che poi man mano si affievolisce con il passare dei minuti, con l’arrivo dei pazienti, con qualche risata ogni tanto. Vorrei poter essere sempre un’ ottima terapeuta – allenatrice – regista per i miei pazienti però, si sa, il perfezionismo fa male e occorre saper convivere anche con i propri fallimenti terapeutici... ma questo è un altro discorso!

Tesi di Laurea

Facoltà: Specializzazione in Psicoterapia Sistemica Relazionale

Autore: Simona Maffini Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1809 click dal 19/02/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.