Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratterizzazione dei prodotti di trasformazione di sostanze dopanti e loro ricerca in matrici biologiche

Il presente lavoro di tesi aveva come obiettivo quello di effettuare uno studio di metabolismo di alcuni principi attivi utilizzati a fini dopanti (sildenafil e octopamina) e soggetti a monitoraggio da parte della WADA (sinefrina). A tal fine si è adottata una tecnica, la fotocatalisi eterogenea, in grado di simulare i processi di trasformazione metabolica di fase I che avvengono comunemente all’interno dell’organismo animale e consistenti in reazioni di ossidazione, riduzione e idrolisi. Il vantaggio nell’adottare una tecnica di tipo simulativo, piuttosto che ricorrere soltanto a esperimenti di metabolismo “in vivo”, consiste nella possibilità di lavorare su soluzioni preparate con acqua ultrapura, e non su matrici complesse quali plasma e urine, ove l’individuazione dei metaboliti è spesso complessa. Inoltre, le concentrazioni di sostanza utilizzabili risultano superiori rispetto a quelle che si hanno a disposizione in prove di metabolismo “in vivo”. Di conseguenza, è maggiore la possibilità di individuare metaboliti nuovi che, da esperimenti “in vivo”, potrebbero non essere ritrovati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 IL SILDENAFIL v u u v u u u u z v v o Fig 1.1 Formula di struttura del sildenafil Il principio attivo del sildenafil Ł costituito dal citrato di sildenafil (1 - [[3 - (6,7-diidro 1 -metil - 7 - oxo - 3 - propil-1- H - pirazolo [4,3-d] pirimidin -5 - il) 4 - etossi] fenilsulfonil] 4 -metilpiperazina citrato), (C 22H30N6O4S), il cui nome commerciale piø diffuso Ł Viagrafi, un farmaco sviluppato dalla compagnia farmaceuti ca Pfizer e utilizzato nella terapia della disfunzione erettile. Inizialmente studiato per la cura dell’angina pectoris, durante i test clinici mostr scarsa efficacia pe r l’angina, mentre gli effetti sull’erezione del pene furono evidenti. Il sildenafil fu brevettato nel 1996, e approvato dalla FDA il 27 marzo 1998. Il composto Ł caratterizzato da un peso molecolare pari a 474,578 g/mol, da una densit di 1,4 g/cm3, un punto di fusione variabile tra i 189-190 C e da una solubilit in acqua a 20 C pari a 3,5 mg/mL. Gobry et al. [1] hanno condotto studi molto approfonditi sul comportamento farmacocinetico del Viagrafi, ricorrendo a tecniche elettrochimiche per determinarne le costanti di dissociazione e i coefficienti di partizione in diversi sistemi acqua-solvente. Da tali studi Ł emerso che ci si aspettano almeno quattro siti ionizzabili sulla molecola: uno acido (pirimidinone, A), uno basico (piperazinina, B) e due di basicit incerta (C e D). Inoltre, da elaborazioni dei dati strutturali eseguite con il software ADME Boxes, Ł stata ipotizzata la presenza di una quinta posizione ionizzabile, quella dell azoto pirimidinonico (E) [2]. Inoltre, le misure potenziometriche hanno rilevato la presenza di due costanti di ionizzazione: una pKa1 = 6,78 relativa al sito B e una pKa2 = 9,12 relativa al sito A. Gli equilibri di ionizzazione del sildenafil sono riportati in Fig 1.2:

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Clara Lisanti Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 562 click dal 23/02/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.