Skip to content

Ipossia ipobarica come fattore selettivo per un complesso di adattamenti bio-culturali nelle popolazioni tibetane

Informazioni tesi

  Autore: Julia Rizzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze biologiche
  Relatore: Giorgio Manzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

This work attempts to show adaptations of human populations to challenging environments, choosing those of high-altitude Himalayan plateau, in particular the region of Tibet, as a test-case. The potential factor for natural selection is represented by hypobaric hypoxia, where oxygen concentration in air is on average 45% lower than at sea-level, whereas atmospheric pressure halves at 5000m altitude.
This conditions implicate a series of physiological adaptations regarding mainly blood flow:
Firstly, despite what expected, haemoglobin concentration figures at lower levels so as oxygen saturation, especially compared with other populations living at high altitudes, like the Aymara (Bolivian Andes) and the Amhara (Ethiopia highlands).
Second, Tibetans present higher levels of nitric oxide in their lungs. Considering the known advantages which nitric oxide exercises in blood-vessel, one could speculate that this might represent a strong physiological adaptation to hypoxic conditions. Two metabolic ways (one in terms of bioavailability, the other in terms of lesser employ) seem to cooperate in improving the efficiency of oxygen transport.
Third, this work also considers histological differences between high-altitude dwellers and others living at sea-level. We will see that Tibetans have fewer mitochondria in leg-muscle tissue.
Fourth, ventilation taxes, body mass index (BMI) and forced vital capacity (FVR) have proved to reflect adaptations to natural long-term exposure to high-altitude stress.
The aim of anthropological and physiological research in this field, points to examine a possible , or probable genetic background, which attends, integrates and supplants adaption ways which go under the term of “acclimatization”. A genetic evidence underlines the influence of natural selection. So the future bet is to find more genetic factors (besides the already investigated ones) implicated in this mechanism.
Finally, this paper presents a brief overview on the social and cultural implications related to high-altitude adaptations, which involve community organization, family structure and reproductive strategy, like fraternal polyandry. Such biological and cultural adaptations participate in improving the fitness of the whole population, maintaining a successful and ecocompatible lifestyle.
Withal, it is interesting to notice how populations follow different routes to the same functional outcome of successful oxygen delivery. That conclusion will remain tentative, until the responsible genes are identified.
This thesis tries to show the importance of an interdisciplinary approach in studying humans. Anthropology needs necessarily to adopt an interdisciplinary view including genetics, physiology and ecology, working together in the analysis and understanding of human biology.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1.0 Premessa 1 1. PREMESSA È opportuno subito chiarire cosa si intende per Ecologia Umana, la disciplina nella quale si inquadra questo studio sulla variabilità e gli adattamenti bio-culturali delle popolazioni umane. L'Ecologia (da “oikos” = casa) è la disciplina che studia “l'economia degli organismi”, ovvero lo stare al mondo della componente biotica, analizzando le sue relazioni ed interazioni con la componente abiotica, cioè l'ambiente. Quindi, l'Ecologia abbraccia le sfere della biologia animale e vegetale, delle scienze naturali ed ambientali valorizzando lo studio con analisi in termini statistici. “in senso lato essa comprende tutte le condizioni dell'esistenza” (E. Haeckel, 1866). Piuttosto recentemente, ovvero negli anni '20 del secolo scorso, nasce un'Ecologia Umana, relegata però all’ambito sociale, tutta rivolta cioè alle dinamiche interne ai gruppi umani. Oggi viene perlopiù inserite in un contesto di studi naturalistici e rappresenta una sorta di griglia guida, di collegamento fra numerose altre discipline. (Paleo)antropologia, Ecologia (vegetale e animale), Fisiologia, Zoologia, Geologia, Scienze dell'Alimentazione, Parassitologia, Immunologia, Economia, Psicologia sociale, Etnologia e le Scienze Umanistiche sono solo alcune delle discipline riconducibili all'analisi delle interazioni, passate e presenti, fra la nostra specie (Homo sapiens) e l’ambiente, inteso nel suo significato più esteso. In Italia l’ “Ecologia Umana” ha trovato una descrizione nel pensiero e nelle attività di ricerca di Massimo Cresta (2001): “Lo studio dell'Ecologia Umana riguarda le relazioni biologico-culturali che nascono dal confronto tra le popolazioni umane e l'ambiente, allo scopo di spiegare la variabilità biologica prendendo in considerazione le strategie adattative biologiche e non biologiche nei riguardi dell'ambiente climatico, dell'ambiente alimentare e di quello patogeno, strategie che fanno ricorso alle capacità discriminative e interpretative dell'uomo, frutto dell'evoluzione del cervello, e alle sue capacità associative, frutto dell'evoluzione della cultura. Si deve adottare una metodologia sistemica e multidisciplinare, facendo ricorso a un approccio globale e plurirelazionato del problema, mediante le conoscenze che provengono da varie discipline della biologia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

adattamenti delle popolazioni umane
altitudine
clima himalayano
emoglobina
fisiologia generale
haemoglobin concentration
hif-1
ipossia ipobarica
massa mitocondriale
medicina
mountain sickness
nitric oxide
ossido nitrico
poliandria fraterna
saturazione d'ossigeno
tassi di ventilazione
tibetani
tibetans

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi