Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La formazione del personale in materia di privacy: progetto formativo dell'ASUR ZT 10 Camerino

La formazione in ambito privacy rappresenta oggi una condizione indispensabile ed irrinunciabile sia per l’Azienda che per ogni operatore che travalica il mero rispetto di un obbligo previsto per legge ed investe non solo l’ambito lavorativo ma anche quello personale di ognuno.
Si tratta di una formazione che per l’Azienda assume il significato di un cambiamento organizzativo proteso al miglioramento delle dinamiche lavorative e non và visto solo nell’ottica di un impegno oneroso in termini economici, di tempo e di risorse umane, ma di una opportunità di crescita, di una possibilità per lavorare meglio.
Si tratta di una formazione che riguarda direttamente la persona come lavoratore e come uomo, portatore di doveri ma anche di interessi e consapevole anche dei propri diritti di cittadino.
Formare in ambito privacy significa principalmente educare ognuno alla consapevolezza della propria libertà ed al suo esercizio.
La libertà presuppone l’assunzione di responsabilità verso se stessi e verso gli altri, quindi anche una grande maturità.
Questa consapevolezza già ampiamente interiorizzata in paesi come l’Inghilterra e gli Stati Uniti registra in Italia un forte ritardo culturale.
Le profonde trasformazioni della società e la continua evoluzione tecnologica hanno modificato la definizione del diritto alla riservatezza riconoscendone l’opportunità e la necessità di una tutela.
La formazione in ambito privacy risulta particolarmente importante in ambito sanitario per le caratteristiche di sensibilità dei dati che vengono trattati dagli operatori allo scopo di soddisfare la domanda di salute espressa dai cittadini.
Si tratta di dati che riguardano la condizione di salute e quindi di dati sensibili il che predispone l’interessato a rischi di diffusione che possono causare grave pregiudizio e lesione dei diritti fondamentali della persona.
In ambito sanitario il diritto alla riservatezza è alla base del rapporto di fiducia che si instaura tra il personale sanitario e l’ utente.
L’ operatore sanitario riveste inoltre un doppio ruolo:da una parte è responsabile o incaricato a trattare i dati dei pazienti,dall’ altro lato è interessato per il trattamento dei suoi stessi dati da parte dell’ azienda per cui lavora.
La formazione risulta quindi importante non solo per conoscere i propri doveri verso l’ utenza ma anche per riconoscere i propri diritti da tutelare.
Nel primo capitolo si parlerà della nascita e dell’evoluzione del concetto di privacy in modo da poter capire meglio le origini ed il significato diverso che l’argomento ha assunto nel tempo,evidenziando i cambiamenti organizzativi che ha indotto e le criticità che sono emerse.
Nel secondo capitolo verrà trattato il tema della formazione in termini generali e l’evoluzione del suo significato dal passato ai nostri giorni.
Nel terzo capitolo si entrerà nello specifico del significato della formazione in materia di privacy, sottolineando gli aspetti più importanti che riguardano la sua applicazione nel lavoro quotidiano.
Nel quarto capitolo verrà presentato il progetto formativo che verrà attuato all’interno dell’ASUR ZT 10 di Camerino ,cercando di illustrare quali obiettivi si prefigge di raggiungere tale corso.
Nella conclusione verranno illustrate le riflessioni emerse e le previsioni per la formazione futura.
Scopo di questo lavoro è dimostrare l‘importanza basilare che riveste la conoscenza di questo argomento così complesso e delicato ma anche stimolante,allo scopo di fornire i mezzi che consentano una traduzione pratica e utile della normativa sul campo specifico.
E’ un progetto ambizioso che vorrebbe consentire a tutti gli operatori di costruire,partendo da quanto previsto dalla legge,una propria organizzazione contestualizzata e partecipata con il presupposto che una norma possa dettare obblighi e fornire informazioni ma che la sua applicazione possa divenire efficace solo se attuata da chi vi lavora quotidianamente.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La formazione in ambito privacy rappresenta oggi una condizione indispensabile ed irrinunciabile sia per l’Azienda che per ogni operatore che travalica il mero rispetto di un obbligo previsto per legge ed investe non solo l’ambito lavorativo ma anche quello personale di ognuno. Si tratta di una formazione che per l’Azienda assume il significato di un cambiamento organizzativo proteso al miglioramento delle dinamiche lavorative e non và visto solo nell’ottica di un impegno oneroso in termini economici, di tempo e di risorse umane, ma di una opportunità di crescita, di una possibilità per lavorare meglio. Si tratta di una formazione che riguarda direttamente la persona come lavoratore e come uomo, portatore di doveri ma anche di interessi e consapevole anche dei propri diritti di cittadino. Formare in ambito privacy significa principalmente educare ognuno alla consapevolezza della propria libertà ed al suo esercizio. La libertà presuppone l’assunzione di responsabilità verso se stessi e verso gli altri, quindi anche una grande maturità. Questa consapevolezza già ampiamente interiorizzata in paesi come l’Inghilterra e gli Stati Uniti registra in Italia un forte ritardo culturale. Le profonde trasformazioni della società e la continua evoluzione tecnologica hanno modificato la definizione del diritto alla riservatezza riconoscendone l’opportunità e la necessità di una tutela. La formazione in ambito privacy risulta particolarmente importante in ambito sanitario per le caratteristiche di sensibilità dei dati che vengono trattati dagli operatori allo scopo di soddisfare la domanda di salute espressa dai cittadini. Si tratta di dati che riguardano la condizione di salute e quindi di dati sensibili il che predispone l’interessato a rischi di diffusione che possono causare grave pregiudizio e lesione dei diritti fondamentali della persona. In ambito sanitario il diritto alla riservatezza è alla base del rapporto di fiducia che si instaura tra il personale sanitario e l’ utente. L’ operatore sanitario riveste inoltre un doppio ruolo:da una parte è responsabile o incaricato a trattare i dati dei pazienti,dall’ altro lato è interessato per il trattamento dei suoi stessi dati da parte dell’ azienda per cui lavora. La formazione risulta quindi importante non solo per conoscere i propri doveri verso l’ utenza ma anche per riconoscere i propri diritti da tutelare. 3

Tesi di Master

Autore: Cinzia Foscato Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1649 click dal 16/03/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.