Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Servizi per la commercializzazione di energie alternative: il settore e il caso della start up ''YOU-ENERGY''

La tesi verte sul settore fotovoltaico in Italia, partendo da una panoramica globale. Analizza i vantaggio del Conto Energia, sia da parte dell'acquirente finale che delle ditte che producono e commercializzano impianti. Lo scopo è quello di dimostrare che investire in questo settore è sia economicamente vantaggioso nonchè socialmente etico. All'interno del lavoro sono presenti: dati statistici, trend di settore (europei e mondiali) e dati economici di alcune aziende "campione" quotate in borsa. La tesi conclude analizzando una start-up che si accinge ad entrare in questo mercato: dall'avviamento fino alle prospettive future.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Vivere nel XXI secolo pone sfide nuove ed interessanti anche nel settore delle energie. Il nostro consumo energetico e i relativi effetti sull‟ambiente hanno ormai raggiunto una soglia critica. Gli impegni assunti sulla scena nazionale e mondiale definiscono nuovi obiettivi e nuove condizioni. Gli sviluppi a livello globale causano ampie fluttuazioni e forti aumenti dei prezzi. È pertanto necessario individuare soluzioni che consentano di preservare o migliorare il tenore di vita riducendo al contempo il consumo di energia, nonché di soddisfare il fabbisogno energetico restante ricorrendo, quanto più possibile, a fonti più ecologiche e rispettose dell‟ambiente. Per raggiungere questi obiettivi è necessario intensificare gli sforzi a qualsiasi livello, ed in particolare sul piano regionale. Soltanto coniugando gli interventi regionali, nazionali ed europei il mercato potrà orientarsi verso un uso sostenibile dell‟energia. Il mondo è entrato in una nuova era energetica e per soddisfare la domanda futura dobbiamo intervenire sin da ora con la massima urgenza. Soltanto in Europa, nei prossimi vent‟anni si dovranno investire all‟incirca mille miliardi di euro per potenziare un‟infrastruttura energetica sempre più vetusta. Un‟altra ragione per agire senza ulteriori indugi: la nostra forte dipendenza dalle importazioni di energie fossili e combustibili nucleari. Se non riusciremo a migliorare la competitività della produzione endogena di energia, le importazioni, che provengono in parte da aree del pianeta minacciate da instabilità, copriranno tra 20-30 anni il 70 % del fabbisogno energetico dell‟UE (a fronte dell‟attuale 50 %). Le riserve di energie fossili, inoltre, sono attualmente concentrate in una manciata di Stati: circa il 50 % del gas che consumiamo nell‟UE proviene da tre soli paesi (Russia, Norvegia, Algeria). Se le attuali tendenze dovessero confermarsi, nei prossimi 25 anni la quota di gas importato potrebbe raggiungere l‟80%. Ma alla sicurezza dell‟approvvigionamento si aggiunge un‟altra grande sfida: l‟incremento del fabbisogno energetico mondiale, aggravato dall‟aumento delle emissioni di CO2. Secondo le previsioni, la domanda energetica mondiale e le emissioni di anidride carbonica aumenteranno di circa il 60 % entro il 2030. Il consumo mondiale di petrolio è aumentato del 20 % dal 1994 ed il fabbisogno dell‟intero pianeta dovrebbe crescere ogni anno dell‟1,6 %. Negli ultimi due anni, nell‟Unione europea i prezzi del petrolio e del gas sono praticamente raddoppiati, con un conseguente rincaro della bolletta elettrica. Aumento della domanda mondiale di combustibili fossili, forte sollecitazione delle catene logistiche di approvvigionamento, crescente dipendenza dalle importazioni: è probabile che il prezzo del petrolio e del gas rimanga a livelli elevati. Gli effetti ambientali di un maggiore consumo di energie fossili sono già visibili: secondo il Comitato intergovernativo sul cambiamento climatico (IPCC), le emissioni di gas ad effetto serra hanno già

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Lentini Contatta »

Composta da 138 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1277 click dal 16/03/2010.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.