Skip to content

Indagine sulle condizioni produttive e riproduttive dell'allevamento bufalino in provincia di Frosinone

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Proietti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi della Tuscia
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali
  Relatore: Umberto Bernabucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Riassunto

Lo studio ha riguardato un’indagine sulle condizioni produttive e riproduttive dell'allevamento bufalino in provincia di Frosinone.
Lo studio ha interessato 4 allevamenti: 2 ubicati nel comune di Amaseno, 1 in Villa S. Stefano e 1 in Castrocielo.
Negli allevamenti si è provveduto alla raccolta dei dati risultati dalle diagnosi di gravidanza e dalle analisi del latte, inoltre si è preso visione della razioni alimentari e sono state eseguite le analisi degli unifeed.
I risultati più importanti sono stati la buona gestione dell’azienda B correlata ad un’ottima qualità del latte, una buona efficienza riproduttiva ed anche ad una razione molto concentrata. Nelle aziende A e C è stato rilevato un problema di igiene nella mungitura nel mese di agosto.
Dall’analisi dei risultati è emerso che nelle aziende in cui si somministrano razioni più concentrate migliorano sia l’efficienza riproduttiva, sia la qualità del latte.

Abstract

The study has concerned an investigation on the productive and reproductive conditions of the buffalo breeding in the province of Frosinone.
The study has interested 4 farms: 2 situated in the Amaseno, 1 in the Villa S. Stefano and 1 in Castrocielo.
In the farms the statistical data emerged by the diagnosis of pregnancy, the milk analysis and the diet characteristics were registered. Furthermore, unified samples were taken to be analysed.
The most important results were the good management of the farm B correlated at good quality of milk and good reproductive efficiency. In the farms A and C there was a problem with hygiene of milking in August.
From the analysis of the results emerged that the farm in which rations with high energy content was administered, better reproductive efficiency and milk quality was observed.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 1 INTRODUZIONE 1.1 IL BUFALO: GRUPPI, SPECIE, RAZZE E TIPI . I bufali sono degli ungulati appartenenti all‟ordine Artiodactila, al Sottordine Ruminantia, alla famiglia Bovidae e alla sottofamiglia Bovinae. La culla di origine della bufala sembra si possa collocare in Asia, da un ceppo che in seguito all'evoluzione della specie si è diviso in due gruppi determinando il genere asiatico Bubalus e africano Syncerus, con differenze morfologiche anatomiche che riguardano soprattutto le ossa del cranio: le ossa palatino e vomere sono fuse nel Bubalus e separate nel Sincerus. Al gruppo Syncerina si annoverano le seguenti sottospecie: 1) Syncerus caffer caffer: Bufalo della Savana: è il bufalo nero o cafro, il suo habitat è rappresentato dalla zona orientale della Savana e tutto il Sud Africa. Ad Est dell‟Africa i vitelli nascono con il mantello già di colore nero mentre nel Sud Africa nascono con il mantello di colore rosso scuro, che diventa nero all‟età di tre anni. E‟ il più grande bufalo africano, con un‟altezza al garrese variabile dai 150 cm ai 180 cm e con un peso di circa 1000 kg. Le corna sono di dimensioni notevoli fino a 130 cm (nei maschi risultano legate tra loro alla base), si dirigono prima lateralmente poi lievemente in basso e, infine, ricurvano verso la testa. Il profilo della faccia è leggermente convesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

efficienza riproduttiva
hygiene
igiene
latte
milk
qualità
quality
reproductive efficiency
unifeed
unified

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi