Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Effetti della legge 488/92 Turismo nel Mezzogiorno

La tesi è volta mediante metodi statistici a confrontare l'area del mezzogiorno per quanto concerne il tasso di disoccupazione e la ricchezza in termini di reddittività prima e dopo l'ingresso della legge 488/92.
Dall'analisi sia per quanto riguarda il settore turismo che per quello manifatturiero i risultati sono stati convincenti

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 3 I n t r o d u z i o n e Negli ultimi anni si è registrato un rinnovato interesse nei confronti dei temi collegati con lo sviluppo economico del Mezzogiorno. Il dibattito si è concentrato essenzialmente su due questioni di fondo: una connessa con il tema della riforma dello stato, e quindi, con i problemi del decentramento amministrativo e del ruolo degli organi di governo locale e una seconda affronta i temi legati allo sviluppo economico, cercando di fornire un‟interpretazione ai dati più recenti, relativi al periodo successivo all‟abbandono del cosiddetto intervento straordinario. Dalla letteratura, infatti, si rileva, da una parte segnali di peggioramento delle condizioni economiche di fondo delle regioni del Mezzogiorno d‟Italia: tra il 1993 e il 1997 il prodotto interno lordo per abitante (calcolato in standard dei poteri d‟acquisto) di tutte le regioni del Mezzogiorno d‟Italia, con la sola eccezione per la Basilicata, ha registrato una flessione. Anche i dati relativi al tasso di disoccupazione indicano una situazione particolarmente grave in regioni come la Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna, dove il tasso ha raggiunto o superato il 20% della popolazione attiva [IAI00]. E‟ in questo contesto che si inserisce l‟indagine relativa all‟impatto sull‟economia delle regioni del mezzogiorno del decreto legislativo 488. La Legge 488/92 nasce con lo scopo di sostituire gli interventi di aiuto "a pioggia" dati dalla 64/86 con incentivi assegnati attraverso "bandi di gara", in un nuovo quadro di compatibilità finanziarie con risorse ridotte. In realtà, dopo varie vicissitudini, l'operatività dello strumento avviene solo nel 1996, con Carlo Azeglio Ciampi Ministro del Tesoro. Ad oggi sono stati emessi 13 bandi (8 per l'industria, 3 per il turismo e 2 per il commercio). Gli incentivi 488/92 sono cresciuti nel tempo, fino a diventare il principale strumento di agevolazione degli investimenti. Comprendendo tutti i bandi

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Jacopo Faitanini Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 639 click dal 13/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.