Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gianni e Gli Avvoltoi - Reinventare il Beat nel Terzo Millennio

Analisi dell'evoluzione del genere beat: dalla nascita al suo sviluppo fino ad arrivare alla sua "riscoperta" nei primi anni 2000 grazie a festival e a gruppi come Gli Avvoltoi che con la loro incessante attività contribuiscono alla diffusione di questo genere musicale, non solo in Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 LA BEAT GENERATION La  Beat generation  fu un movimento artistico, poetico e letterario  che si è sviluppato dal secondo dopoguerra a fine  anni Cinquanta negli  Stati Uniti. I principali portavoci e personalità di spicco del movimento  furono   Jack   Kerouac  (Lowell,   1922   ­   St.   Petersburg,   1969),   Allen  Ginsberg   (Newark,   1926   ­   New  York,   1997),   William   Burroughs   (St.  Louis,   1914   ­   Lawrence,   1997),   Gregory   Corso   (New   York,   1930   ­  Minneapolis, 2001), Neal Cassady (Salt Lake City, 1926 ­ San Miguel de  Allende, 1968) e Lawrence Ferlinghetti (New York, 1919). Il  movimento  beat   si   connota   fin  da  subito  come un movimento  giovanile   (detto  giornalisticamente  anche "gioventù  bruciata")  che si  è  diffuso negli Stati uniti e in seguito, ma con modalità diverse, in molti  paesi   d'Europa   e   in   particolare   in   Gran   Bretagna,   Francia,   Italia;   gli  esponenti di questo movimento rifiutavano il conformismo della società  dei consumi attraverso l'eccentricità dei comportamenti e la stravaganza  dell'abbigliamento. Il termine “beat” viene coniato da Jack Kerouac nel 1947, ma l'atto  di   nascita   ufficiale   del   movimento   è   il   1952,   anno   di   pubblicazione  7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Roberta Filipponi Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 329 click dal 12/03/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.