Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modellistica di carene e propulsori navali

In this thesis a mathematical model was developed to study the motion of a sailing boat that takes account of the dynamic behaviour of the hull and quasi-static of the propeller.
During navigation the boat is subject to continuous variations of trim and consequently to continuous changes of the submerged part of the hull with effects on the hull resistance and then boat speed.
In the analysis of the resistance to the progress of the boat the effects of the most important components of resistance have been assessed. In addition to these components, the model of the boat takes into account forces and moments of aerodynamics, hydrostatic and hydrodynamic nature. The final goal of the thesis is to develop a dynamic 6 degree of freedom model of the boat that would allow it to evaluate various contributions resistance and therefore the propulsion requirements to the hub propeller and the powertrain.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione In questo lavoro di tesi e` stato realizzato un modello dinamico a 6 gradi di liberta` di una imbarcazione da diporto a vela e del propulsore a elica. L’obiettivo della tesi e` quello di realizzare un modello completo in grado di stimare istante per istante i principali contributi di resistenza all’avan- zamento, le forze e i momenti a cui un’imbarcazione e` soggetta durante la navigazione, e quindi i requisiti propulsivi. Attraverso l’uso del software industriale di progettazione navale Freeship e` stato possibile effettuare un confronto dei risultati ottenuti con il modello realizzato in tesi e una vali- dazione dello stesso. Lo strumento Freeship permette inoltre di importare nel modello realizzato in questo lavoro di tesi tutti i dati necessari per la taratura, rendendolo esportabile a imbarcazioni con diverse caratteristiche geometriche, compatibilmente alla tipologia di carene dislocanti per imbar- cazioni da diporto a vela. Dopo lo studio dei principi di funzionamento del propulsore e della fisica che regola la generazione di spinta e coppia e` stato implementato il modello quasi statico del propulsore e sono stati analizzati gli aspetti relativi all’interazione scafo-elica. Sono state eseguite delle sim- ulazioni del modello completo imbarcazione-propulsore e i risultati ottenuti mostrano un comportamento dinamico dell’imbarcazione che trova riscontro con i risultati ottenuti in altri lavori presenti in letteratura. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Bruno Deledda Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 746 click dal 18/03/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.