Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rischio operativo nell'accordo di Basilea 2

Nella tesi si parla del primo accordo di Basilea e della sua evoluzione a Basilea 2 (con i tre pilastri), il rischio operativo quale maggiore novità del secondo accordo di Basilea con i relativi metodi di calcolo e, per ultimo, le ripercussioni sull'organizzazione aziendale per fronteggiare i rischi operativi.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 CAPITOLO 1 BASILEA 1: il primo accordo 1.1 IL COMITATO DI BASILEA Il Comitato di Basilea per la Vigilanza Bancaria è un organismo di consultazione che si riunisce periodicamente presso la Banca dei Regolamenti Internazionali (Bank for International Settlements: BIS) con sede proprio a Basilea, Svizzera. Esso è stato istituito dai governatori delle Banche centrali dei dieci paesi più industrializzati (G10) nel 1974 e gli attuali membri sono i governatori delle rispettive Banche Centrali di Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Lussemburgo, Paesi Bassi, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito e Stati Uniti. L'attuale presidente del comitato è Nout Wellink, governatore della Banca dei Paesi Bassi. 1.1.2 Le origini Il Comitato di Basilea fu istituito nel 1974 dopo un fatto che colpì il mercato: il fallimento della Bankhaus Herstatt 1 un istituto di medie dimensioni molto attivo sui mercati valutari che rappresentò il primo e più grave caso di fallimento bancario, in cui il mancato regolamento di transazioni valutarie ha causato gravi difficoltà ai sistemi di pagamento e regolamento. 1.1.3 Funzioni Il Comitato di Basilea ha come obiettivi: ∞ Rafforzare la sicurezza e l'affidabilità del sistema finanziario; ∞ Stabilire degli standard minimi in materia di vigilanza prudenziale; ∞ Diffondere e promuovere delle migliori pratiche bancarie e di vigilanza; 1 Per una trattazione del ruolo di Bankhaus Herstatt sui mercati valutari, cfr. Remolona et al. 1990

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Damiano Dal Maso Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1420 click dal 23/03/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.